La De Girolamo conferma il patto con Caldoro. Con De Luca spunta la Dc

Scritto da , 16 Marzo 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

La De Girolamo tira dritto verso Stefano Caldoro. L’ex ministro, ospite di un convegno organizzato dai giovani del Nuovo Centrodestra della provincia di Caserta, ha ribadito l’asse strategico con l’attuale Governatore della Campania, nonostante parte del partito sia propenso ad una apertura al Partito democratico. Ma le trattative, per quel che concerne il Nuovo centrodestra, sarebbero tutte in mano a lei mentre a condurre l’Udc ci sarebbe l’assessore regionale Pasquale Sommese. Anche l’Udc così come Ncd, in Campania, potrebbe perdere pezzi per strada. Soprattutto nel salernitano dove si va verso la scissione in casa Udc, con Luigi Cobellis pronto a sostenere la candidatura a Governatore di Vincenzo De Luca. E a quanto pare il consigliere regionale (oggi in maggioranza con Caldoro) pare sia pronto anche alla formazione di una propria lista civica che accolga i moderati e i transfughi di Area Popolare. Ma i moderati pro Caldoro pare che conquistino Clemente Mastella che avrebbe chiesto posti nelle liste dei Popolari, in cambio di una ritirata del suo Udeur. La nuova linea sarebbe stata sancita nel corso di un incontro tenutosi a Salerno venerdì mattina al ristorante “Porto Vecchio” alla presenza di Luigi Nocera e di Paolo Del Mese. Se così fosse la lista Area Popolare a Salerno perderebbe Cobellis ma recupererebbe i mastelliani. Tra i nomi in campo per la lista Ncd resterebbero quelli di Pasquale D’Acunzi e di Lello Ciccone, quest’ultimo però tentato anche da una possibile candidatura in Forza Italia. Quasi certa, invece, la candidatura di Enzo Paolillo (a capo del Mercato ortofrutticolo di Nocera – Pagani) nelle liste azzurre, nonostante il corteggiamento da parte di Ncd e dello stesso Udc. Paolillo pare abbia ceduto alla proposta di Aliberti e al ticket con Monica Paolino, consigliere regionale uscente. Pare, invece, che sia pronta a scendere in campo anche la Democrazia Cristiana, con il proprio simbolo, riesumato da Angelo Sandri. Lo stesso segretario nazionale dello scudo crociato avrebbe garantito la presenza di propri candidati per la corsa al Consiglio regionale della Campania. E a quanto pare al vaglio c’è la proposta di sostenere la candidatura alla presidenza di Vincenzo De Luca. Se così fosse l’ex sindaco di Salerno dalla sua avrebbe anche lo storico simbolo Dc, oltre i moderati di Cobellis ed alcuni esponenti di “peso” del centrodestra, tra cui il senatore Enzo D’Anna e il consigliere regionale Carlo Aveta, quest’ultimi intenzionati a mettere su la lista “Patto civico per la Campania”. Quanto alla Democrazia cristiana le trattative salernitane sono condotte da Carmine Massa e si annuncia che tra non molto la riserva sarà sciolta. Trattative in corso anche per Michele Ragosta pronto a sfoggiare il suo nuovo progetto civico in campo regionale a supporto di Vincenzo De Luca. La sua lista si chiamerà “Davvero” e per ora viaggia in solitario, seppur si valuta un possibile accordo su base regionale con i Verdi di Borrelli. Sempre a sostegno dell’ex sindaco di Salerno c’è anche il Centro Democratico di Michele Pisacane, l’ex Udeur che ha già presentato il simbolo con tanto di scritta “Centro Democratico per De Luca”. Qui a Salerno la formazione potrebbe convincere nuovamente l’ex consigliere provinciale Carlo Guadagno che per ora ha un posto prenotato nell’Italia dei Valori.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->