“La coppia di Cava si è proposta con un video”

Scritto da , 22 febbraio 2016

Cresce sempre più il desiderio delle coppie italiane di provare nuove emozioni. Viverle direttamente o semplicemente come “stimolo”sessuale  per una terapia di coppia. Per ravvivare il menage quotidiano. Sarà per quello che, negli ultimi anni, si è registrato un crescente interesse per l’esibizionismo davanti alle telecamere. Dalle cam-sex ai classici film amatoriali. E sono soprattutto quest’ultimi a stuzzicare la morbosa attenzione dei più trasgressivi e non solo. Magari dalla semplice curiosità di verificare se la vicina di casa ha una “doppia vita”. La giovane regista fiorentina Deborah Casta, nome d’arte, ha recepito al meglio i desideri più nascosti delle coppie italiane ed ha deciso di tuffarsi nel mondo dell’hard amatoriale con il produttore Franco Lanza. “Cavesi a luci rosse- provincia alla ribaltà”: questo il titolo dell’ultimo film in salsa amatoriale della produzione impegnata in un “tour amatoriale”. Dalla Ciociaria alla Campania passando per le periferie del nord Italia.   Il produttore Franco Lanza spiega: “Il reclutamento avviene attraverso i siti specializzati dedicati alle coppie ed allo scambismo. Qui inseriamo un messaggio in cui spieghiamo quello che facciamo e i nostri riferimenti per contattarci. Nel caso specifico siamo stati contattati da una coppia cavese che ci ha inviato anche un video.  Ci sono piaciuti e li abbiamo contattati. Successivamente abbiamo fatto ulteriori e verifiche per indivudare altre coppie per completare la pellicola. Abbiamo notato che il salernitano, sotto quest’aspetto, è abbastanza trasgressiva e siamo riusciti a “reclutare” altre due coppie (un’altra di Cava de’ Tirreni e due coniugi di Baronissi).  Si tratta, ovviamente, di persone che nella vita fanno tutt’altro (rappresentante, commerciante, libero professionista) e si divertono, in questo caso, a mettersi in gioco spinti dalla passione per l’esibizionismo. Le scene sono state girate tra Cava e Salerno”. Le coppie sono spinte dal desiderio di vivere un’emozione forte più che dalla possibilità di guadagnare. “Al massimo un rimborso per chi ci mette a disposizione la location e ci permette di ammortizzare le spese. Il budget è ridotto, del resto non siamo di fronte a capolavori cinematografici e soprattutto dobbiamo far fronte ad una forte crisi del mercato vista la forte concorrenza che arriva dai siti internet. Molti decidono di girare il film soltanto per l’adrenalina che provoca esibirsi davanti alle telecamere”. Nonostante ciò l’amatoriale è un fenomeno che attira ancora gli amanti del genere. “In futuro senz’altro questa tipologia di film girerà su internet con siti specializzati ed a pagamento. Anche i dvd sono destinati ad andare in pensione”. I film amatoriali firmati Deborah Casta sono disponibili in edicola.

 

 

 

 

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->