“La città di Salerno diventi davvero città europea”

Scritto da , 25 Agosto 2020
image_pdfimage_print

“La città di Salerno potrebbe essere un gioiello incastonato tra costiera Amalfitana e Cilentana, con un centro storico bellissimo, ricco di storia e di cultura. Palazzi, Chiese, Porte, Acquedotti, Musei, Teatri, colonne, scavi, fregi, giardini, opere architettoniche moderne di grandi Architetti (al di là del gusto), Fontane e tanto altro costituiscono la struttura di base di una Città ricca di Arte e di Artisti. Un’attrattiva unica nel suo genere sia per la sua posizione che per le sue caratteristiche, Salerno potrebbe e dovrebbe essere un’attrattiva turistica in tutto il mondo e non per le luci d’artista ma per ciò che già possiede e per i contenuti realizzati dalle tante associazioni ed artisti di questa bella città”. Inizia così la lettera che il comitato Salerno Mia hanno inviato, ieri mattina, all’amministrazione comunale di Salerno, guidata dal sindaco Vincenzo Napoli, per chiedere di aprire un tavolo di ascolto e confronto con le istituzioni, sindaco ed assessori tutti ed i cittadini e le associazioni ed eventualmente, Polizia Municipale, Asl e Questura al fine di dare dignità alla cittadinanza e trasformare in atto le potenzialità della città capoluogo. La richiesta d’incontro nasce da uno stato di Emergenza in cui da troppi anni versa la città di Salerno è che ad oggi ha raggiunto un livello (negativo) troppo elevato da non poter più attendere che venga fatto qualcosa. “La città versa in condizioni di totale abbandono, paghiamo una delle tasse dei rifiuti più alta d’italia e la città si presenta: sporca, maleodorante, non sicura, imbruttita, dimenticata, strade rotte, cassette elettriche Aperte, discariche a cielo aperto, elementi di segnaletica potenzialmente pericolosi, parcheggi abusivi in ogni dove, superfetazioni, degrado in ogni dove, piena di ratti, blatte e insetti di ogni tipo, pericolosa, incurante di ogni regola e altro ancora. Man mano diventa sempre più invivibile e i commenti con foto negativi sulla città dei turisti o degli avventori non si contano più”, hanno scritto ancora i membri del comitato Salerno Mia che hanno come unico obiettivo quello di ripulire e rendere sicura la città di Salerno. Nel corso dell’incontro richiesto, il comitato intende consegnare le istanze raccolte, anche attraverso le segnalazioni dei cittadini salernitani, e chiedono di conoscere quali sono le politiche del Comune di Salerno, Ambientali, Culturali, Turistiche, di Sviluppo del Commercio e di Sicurezza. Il comitato consegnerà poi all’amministrazione comunale un elenco dettagliato di problematiche e di potenziali soluzioni, pensate da diversi enti ed associazioni e che stiamo raccogliendo in un unico documento. “Visto il periodo e volendo rispettare i protocolli Covid, parteciperà all’incontro un numero concordato e possibile di persone e l’incontro sarà, se possibile, registrato per permettere un ampia partecipazione. Gli interventi da parte delle associazioni saranno preconcordate e forniremo i nomi dei partecipanti e di chi parlerà. Al fine di organizzare al meglio l’incontro Deleghiamo la Consigliera Sara Petrone per interloquire con gli uffici preposti e definire il tutto. Che sia un momento di costruzione per un Futuro migliore per la Città ed una collaborazione costante per il bene di tutti”, hanno scritto infine i membri del comitato.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->