La Cavese crolla a Monopoli: play off più lontani

Scritto da , 3 aprile 2015
image_pdfimage_print

di Davide Maddaluno
MONOPOLI. Fine della corsa play-off per la Cavese che cede il passo al Monopoli nel turno infrasettimanale pre-pasquale, venendo sconfitta con il perentorio punteggio di 4-1 dalla compagine pugliese. Clima da gara di fine campionato in assenza di pubblico in segno di protesta contro la restrizione dell’incontro ai soli abbonati. Partenza sprint dei padroni di casa con il diagonale di Croce bloccato dall’attento Napoli. Il portierino di Amalfi scuola Salernitana è il protagonista assoluto della prima frazione, segnalandosi per un altro grande intervento su Croce, lanciato in contropiede e sfuggito alla marcatura della retroguardia blufoncè. L’undici di Passiatore, atteso dalla finale di Coppa Italia con la Correggese, non cenna ad abbassare il baricentro e continua a pungere con Tommaso Manzo che, imbeccato da Salvestroni, calcia al volo alto sopra la traversa. La Cavese è poco incisiva davanti, provandoci con due tentativi velleitari di Allegretta prima e Lucchese poi. Il secondo tempo si apre sulla stessa lunghezza d’onda del primo con Andrea Napoli subito protagonista con una grande risposta sulla botta dalla distanza del solito Manzo. All’ ottavo minuto la svolta del match: retropassaggio dal limite dell’area che Napoli raccoglie con le mani, punizione a due in area con il tocco fulmineo di Manzo per Pinto che scarica alle spalle dell’estremo difensore metelliano per il vantaggio locale. Tognoni reattivo sul tentativo di De Rosa. La sfuriata ospite dura giusto il tempo di consentire al Monopoli di riaffacciarsi dalle parti di Napoli e colpire con Croce, lesto a finalizzare una splendida ripartenza di Roncone. Poi palo esterno colpito da Manzo ed il tentativo di Roncone deviato in corner. Il 3-0 è nell’aria e si materializza quando Croce lascia di sasso difesa e portiere, servito da un cross di Pinto. Lo stesso attaccante di casa rischia in due occasioni di punire nuovamente la squadra di Agovino che con orgoglio riesce ad accorciare le distanze grazie al solito De Rosa. La rete del capitano resterà, però, utile solo a fini statistici con l’immediato poker del Monopoli firmato dall’incontenibile Roncone che supera due avversari e con un chirurgico rasoterra batte per l’ultima volta Napoli. Le attenzioni in casa Cavese passano ora inevitabilmente a vicende di fuori campo con la speranza di avere presto delucidazioni sul futuro prossimo del club.
MONOPOLI-CAVESE 4-1
S.S. MONOPOLI 1966: Tognoni; Difino, Pinto, Esposito, De Luisi, Aprile(47’st Tagliente), Salvestroni, El Kamch(33’st Gori), Croce, T. Manzo(17’st D’Anna), Roncone. A disp.: Turi; Bitetti, Avantaggiati, Angelillo, Laboragine, Murano. All.: Passiatore.
CAVESE: Napoli; Capaldo, Picascia, Ausiello(19’st Suriano), Campanella, L. Manzo, Palumbo(28′ De Stefano), Lucchese, Allegretta(19’st Platone), De Rosa, Della Corte.  A disp.: Schina; La Mura, Di Grezia, Pugliese, Petti, Giordano. All.: Agovino.
Arbitro: Francesco Di Paolo di Chieti. Assistenti: Francesco Rizzo di Bologna e Antonio Dan Campanella di Venosa.
RETI: 9’st Pinto, 12’st e 19’st Croce, 43’st De Rosa, 44’st Roncone
Note: Spettatori circa 150. Ammoniti: Aprile, Croce, Picascia, Napoli, L. Manzo; recupero 2′ p.t., 5′ s.t.; angoli 4-0;

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->