La Casertana si è mobilitata per Armandino. E il club granata?

Scritto da , 7 ottobre 2014

SALERNO. La Salernitana, intesa come società, dorme mentre la Casertana ha subito sposato la causa del piccolo Armandino, il baby tifoso granata molto malato. La società rossoblù nella giornata di ieri ha diramato un comunicato che riportiamo integralmente: “Uniti per Armandino”. La Casertana F.C. aderisce ufficialmente e con grande piacere all’iniziativa posta in essere dai tifosi rossoblu per aiutare Armandino De Sio, piccolo tifoso della Salernitana affetto da Sarcoma di Ewing. E proprio in occasione delle cena di beneficenza in programma il prossimo 20 ottobre presso la Pizzeria ‘I Masanielli’, la Casertana sarà presente con una delegazione di dirigenti e calciatori. Un messaggio forte quello lanciato dai tifosi dei falchetti che non poteva lasciare indifferente un club sempre sensibile ad iniziative a sfondo benefico e sociale. L’abbraccio ideale, e non solo, che da Caserta giunge ad Armandino e la sua famiglia è la conferma che il calcio può farsi veicolo di valori nobili e incommensurabili, oltre ogni differenza di bandiera. Con grande onore la Casertana F.C. prenderà parte all’iniziativa per sostenere Armandino e i suoi cari in una partita da vincere a tutti i costi. Si coglie l’occasione per invitare tutti i casertani a prendere parte all’evento del 20 ottobre, il cui ricavato verrà totalmente devoluto alla famiglia De Sio“. Davvero encomiabile l’entusiasmo del presidente Giovanni Lombardi che, dal primo minuto, ha sposato ogni tipo di iniziativa atta ad aiutare un bambino in difficoltà ed a dimostrare all’Italia intera che le società di calcio ed il mondo ultras sono capaci di mettere da parte ogni rivalità sportiva quando si tratta di perorare cause ben più importanti. Fondamentale si è rivelato anche il lavoro del casertano- e tifoso granata- Robin Boris Grani, operativo 24 ore su 24 in vista della cena del 20 ottobre. L’organizzazione fa sapere che per tutti coloro che partiranno da Salerno sarà necessario prenotarsi e saranno raccolte adesioni fino ad esaurimento posti. E la Salernitana? Al momento si registra l’omaggio di un pallone autografato ed la donazione effettuata da David Mounard, ma sarebbe bello e significativo garantire la propria presenza a questa serata così importante. Annunciata la partecipazione anche di mister Angelo Gregucci. Gaetano Ferraiuolo

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->