L’ Hortus Magnus firma la primavera salernitana

Scritto da , 10 aprile 2018

Tutto pronto per la XVIII edizione della Mostra della Minerva, che sarà inaugurata il 13 aprile per concludersi il 15

Di AMBRA DE CLEMENTE

“Piante rare e quanto fa giardino”: ecco il tema dell’attesa e colorata Mostra della Minerva, in programma a Salerno nel prossimo weekend. L’evento, giunto alla sua XVIII edizione, è stato organizzato dall’associazione Hortus Magnus, con il patrocinio del Comune di Salerno. I profumi e i colori di primavera terranno compagnia a curiosi e visitatori“. Un piccolo paradiso verde per grandi e piccini. Saranno presenti circa 100 stand con vivaisti selezionati provenienti da ogni regione d’Italia, arredo giardino e complementi, annullo postale speciale dell’evento. La “tre giorni” sarà preceduta, giovedì 12 aprile, dal convegno “Gli orti botanici, un patrimonio preziosissimo da conoscere, salvaguardare e sviluppare”. Clotilde Baccari ha tracciato ieri mattina nel Salone del Gonfalone di Palazzo di Città, l’incipit al discorso: “Ci auguriamo il bel tempo, questa mostra è il richiamo per tutti i salernitani. 100 espositori, 45 vivaisti, 17 complementi giardino ed attrezzi, 10 espositori naturali, editoria e cosmetici naturali. Quattro zone progetti, conversazioni, tesoreria, e Zona Bambini. La Villa Comunale resterà chiusa giovedì dalle 9.30 fino alle ore 15.00 di venerdì per permettere agli architetti, di organizzare i giardini che presenteranno due progetti: Oscillatio Ortis e Plan Vertical. La prima novità- ha continuato la presidentessa – si trova nel manifesto, che quest’anno parte dalla vocazione botanica della città. Si tratta di un antico acquarello rappresentante un erbario, poi rielaborato, proveniente dalla biblioteca di Acireale. La mostra risponde a quella  nuova scienza che, con un neologismo, si suole chiamare “giardinismo”, e cioè la passione per l’architettura del giardino. Non a caso, tra le altre novità di questa edizione vi è la sistemazione dei giardini, allestita appositamente da un staff di architetti che lavoreranno in sintonia con i vivai del territorio. Diffondere la cultura del verde e trasmettere l’educazione ecologica, soprattutto alle nuove generazioni, sono i due obiettivi centrali dell’intera mostra. Numerosi laboratori, dimostrazioni e concorsi in programma. Tra questi ultimi c’è “Arte in Villa”, un concorso dedicato alla pittura libera: ai partecipanti verrà assegnata una postazione all’interno della villa comunale dove potranno dipingere liberamente; il vincitore verrà proclamato la domenica. Importante anche la sinergia con le scuole salernitane, tra le quali l’ITT B. Focaccia ed il Liceo Artistico Sabatini-Menna, e, soprattutto, con l’amministrazione comunale. “La Mostra della Minerva è amore per il bello“, ha affermato l’Assessore all’Ambiente allo Sport Angelo Caramanno. “È una tre giorni di fiori, di cultura e di libertà per vivere al meglio la Villa Comunale durante il periodo primaverile. Si tratta di un evento ormai divenuto una pietra miliare della nostra città e della provincia, e noi ne siamo orgogliosi”. Venerdì verrà vissuta l’inaugurazione della mostra-mercato alle ore 15, fino alle 17.30 intaglio artistico di ortaggi, a cura dello chef Clemente Gaeta e degli allievi dell’Istituto Alberghiero “Roberto Virtuoso” di Salerno. Poste Italiane, dalle ore 15 alle 20, renderanno possibile l’annullo filatelico di cartoline-ricordo della manifestazione. Sabato, la mostra riaprirà al pubblico dalle ore 9, con orario continuato. Fino alle 12.30, lezioni di floricoltura riservate agli alunni delle scuole del territorio a cura di Nello Trapani dell’azienda agricola “La Ginestra”. Alle ore 16, visita guidata “Risalendo il Fusandola alla ricerca di antichi orti e giardini”, a cura di Erchemperto. Le prenotazioni si raccolgono presso lo stand Hortus Magnus. Alle ore 16.15, visita al “Museo di Strumentario Chirurgico Roberto Papi”, collezione secoli XVIII-XX, a cura della cooperativa Galahad con prenotazione al costo di 1 euro. Alle ore 20.30, spettacolo “Delitto al Museo” con aperitivo vegano. Costo 10 euro. Dalle ore 16 alle 18.30, laboratorio “Ikebana Sogetsu”, a cura di Maria Domenica Castri. Domenica la mostra riapre alle ore 9. Alle 10, visita guidata alla Villa Comunale di Cava de’ Tirreni. Il tema è “La storia e la botanica”. Alle ore 10.30, visita guidata “Conosciamo la città risalendo il Fusandola”. Alla stessa ora, visita al Museo Papi. Dalle ore 10 alle 11 e dalle ore 11 alle 12, dimostrazione di composizione floreale a cura del vivaio Le rose di Partenope”. Alle ore 12, premiazione di tre espositori per il miglior allestimento dello stand. Alle ore 12.15, premiazione “Arte in villa” (prima edizione, pittura estemporanea). Dalle ore 16 alle 17, dimostrazione di composizione floreale a cura del maestro Gabriele Esposito. Dalle ore 17 alle 18, dimostrazione di arte topiaria a cura di Vivai Avagliano.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->