Jallow chiede scusa a tutti: “Irritato per insulti razzisti, amo Salerno”

Scritto da , 16 Dicembre 2019
image_pdfimage_print

A gettare benzina sul fuoco ci ha pensato Lamin Jallow che al momento del pareggio ha zittito i suoi tifosi che fino a quel momento lo fischiavano. Jallow poi a fine gara avrebbe inveito contro la Curva Sud che in quel momento inviperita verso il gambiano gli ha tirato contro tutto. Poi i tifosi avrebbero atteso nell’antistadio che il pulman granata lasciasse lo stadio per contestare Jallow. E dal campo ai social il viaggio è stato breve: su facebook e non solo tante le critiche anche violente nei confronti del coloured granata.

Oggi in un video, in inglese, per giustificare la reazione di ieri. Lamin Jallow ci mette la faccia dopo la reazione scomposta al triplice fischio finale di Salernitana-Crotone. “Chiedo scusa a tutti – ammette il gambiano -. Ho chiesto alla società questa intervista per poter spiegare la situazione successa ieri. Una persona ha insultato me e tutta la mia famiglia per l’intera partita. Ero nervoso e credo che questo tifoso non sia un vero tifoso della Salernitana, perché i veri tifosi della Salernitana amano la squadra e i propri calciatori. Mi sono sentito offeso ed è per questo che ho fatto quel gesto al termine della partita che non era riferito alla Curva Sud Siberiano e ai suoi tifosi. Durante la partita l’arbitro si è avvicinato a me chiedendosi se volevo che sospendesse la partita. Ho detto di no perché era troppo importante vincere. Purtroppo anche una sola persona può rovinare il calcio. Chiedo scusa di nuovo, amo i tifosi. Non succederà più, ora voglio pensare a dare il meglio per questa squadra, per la Salernitana anche perché la mia famiglia vive qui. Ripeto le mie scuse a tutti, amo Salerno e forza Salernitana sempre”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->