Italia Viva si prepara alla sua prima competizione elettorale: «Entusiasti»

Scritto da , 4 Luglio 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Italia Viva è pronta ad affrontare la sua prima sfida elettorale anche in Campania. Ci saranno anche gli “uomini” di Matteo Renzi, infatti, alle prossime elezioni regionali, con una lista a sostegno del presidente uscente Vincenzo De Luca. «In ballo non ci sono i destini personali ma le idee, la necessità di dar vita ad un partito che, a livello nazionale, è al centro del dibattito politico», ha spiegato Tommaso Pellegrino, coordinatore di Italia Viva e sindaco di Sassano, che in queste ore al lavoro per ultimare la lista. A breve, inoltre, saranno nominati il coordinatore cittadino di Salerno e quelli delle macro aree di tutta la provincia, per avere una rappresentanza di Italia Viva, nel salernitano. Sindaco, Italia Viva in campo con una lista a sostegno del presidente uscente Vincenzo De Luca. A che punto è la composizione della lista? «Noi stiamo lavorando per completare la lista, mettere le persone migliori, quelle che possono dare, oggi, il maggior contributo possibile per i prossimi anni, in Regione Campania ma soprattutto per portare avanti le nostre idee, quali la sburocratizzazione; idee di far ripartire il più possibile i cantieri, quindi di far rimettere in moto – proprio nella fase post Covid – quell’economia, che oggi è fondamentale che possa ripartire e ridare slancio ai territori. Oggi far partire i cantieri è il piano che Italia Viva propone a livello nazionale e che proponiamo anche a livello regionale: rappresenta la ripartenza di un tessuto economico che oggi ha necessità di farlo. Così come il grande tema della sburocratizzazione: noi dobbiamo fare in modo che le nostre famiglie possano vivere meglio nei nostri territori e possono essere alla pari degli altri paesi europei. Tante battaglie e soprattutto stiamo costruendo, già con la lista, quell’idea di futuro per quanto riguarda il territorio della regione Campania e della provincia di Salerno. Siamo fortemente mobilitati, in questi giorni, a scegliere le persone migliori che possano rappresentare questo progetto. C’è entusiasmo, fermento, consapevolezza di una responsabilità che dobbiamo avere ma siamo pronti a confrontarci democraticamente e mettere in campo le nostre idee. Noi pensiamo che qui non sono in ballo i destini personali ma l’idea di una comunità, di un territorio». Per la prima volta Italia Viva si prepara ad affrontare una competizione elettorale e, stando ai sondaggi, il governatore uscente sembra essere già riconfermato. «Sì, i sondaggi sono sicuramente favorevoli per quanto riguarda il centro sinistra e il presidente De Luca. Noi abbiamo annunciato il nostro sostegno e da parte nostra c’è tutta la lealtà e, soprattutto, ripeto: noi vogliamo aprire un confronto vero, utile all’avere risultati positivi. E’ la prima volta che ci presentiamo ad una competizione elettorale e come tutte le nuove realtà siamo entusiasti ma anche consapevoli del fatto che oggi stiamo costruendo una realtà e vogliamo farlo con delle idee, con un’anima. Ecco, noi oggi stiamo dando anima ad un progetto che a livello nazionale, con Matteo Renzi e gli altri, oggi sta portando avanti battaglie utili, significative, che ovviamente stanno al centro del dibattito politico nazionale e anche in Campania vogliamo dare il nostro contributo e pensiamo che si possa fare perché sono tante le persone, i giovani, i professionisti, le famiglie che credono in questo progetto». Italia Viva ha una sua rappresentanza anche al Comune di Salerno. Recentemente, il consigliere Donato Pessolano ha aderito al partito. Sarà tra i candidati al consiglio regionale? «Donato ha fatto una scelta importante. E’ un giovane, rappresenta con le sue caratteristiche, sia di idee che anagrafiche, gli ideali di una politica che punta all’innovazione, al coinvolgimento, la partecipazione. Lui da sempre, anche coerentemente, ha seguito il progetto di Matteo Renzi e oggi sta tra le file di Italia Viva ma con lui c’è anche un bel gruppo e noi, in queste ore, siamo pronti a nominare anche il coordinatore su Salerno che sarà Sarel Malan e darà forza al territorio salernitano; nomineremo i coordinatori di tutte le macro aree della provincia di Salerno. Stiamo lavorando per strutturare il partito in tutta la provincia di Salerno e, per quanto riguarda la candidatura di Donato, noi andiamo oltre i destini personali, ripeto: ognuno è disponibile a dare un contributo per Italia Viva, a metterci la faccia. Noi insieme stiamo facendo le scelte migliori per una lista che sia più rappresentativa possibile, andando oltre i destini personali perché oggi è in ballo la volontà di dare un’identità unica, anche attraverso i 9 candidati, per portare avanti un progetto per la Regione Campania». Centro destra o 5 Stelle: per il centro sinistra contro chi sarà la sfida? «Alle elezioni c’è sempre un confronto, ognuno si confronta con le proprie idee. Io sono abituato a parlare poco di altri e molto di noi: noi dobbiamo parlare delle nostre idee, di quello che vogliamo fare oggi come Italia Viva, come centro sinistra, con De Luca presidente. Per il resto, ci confrontiamo con le realtà che saranno in campo per le regionali». Dopo l’emergenza Covid, il presidente uscente – secondo lei – è il nome giusto per riportare in alto la Campania? «Lo dovrà fare De Luca con tutte le forze di coalizione perché non credo che un’unica persona possa fare tutto, guidati sicuramente dal presidente De Luca che avrà bisogno di tutte le forze che stanno lavorando per portare avanti questo progetto. Sicuramente si farà di tutto per ridare forza e slancio alla Campania, soprattutto per quanto riguarda l’economia che ovviamente è la necessità più importante perché il tessuto economico che ha grande difficoltà, criticità e bisogna mettere in campo un lavoro importante perché c’è tanto da fare ma sono fiducioso: sono certo che si faranno le cose migliori per la regione Campania».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->