Irno, fiume per… nudisti

Scritto da , 10 Agosto 2015
image_pdfimage_print

Spiaggia per nudisti a… Salerno. O meglio fiume per nudisti, tanto per differenziarsi da altre realtà. Questa volta però non si tratta di un’iniziativa dell’amministrazione comunale, sempre pronta  a sposare le nuove tendenze, ma di una “simpatica” novità introdotta da chi probabilmente una fissa dimora non ha. Il caldo tira brutti scherzi… Le storie, anche tristi e tragiche, di questi giorni si mischiano con vicende decisamente più soft ma che destano, comunque, scalpore e che dovrebbero sollecitare chi si occupa del decoro e dell’immagine della city. Da qualche giorno a questa parte chi abita vicino alla foce del fiume Irno è costretto ad assistere allo spettacolo, tutt’altro che gradevole, offerto da alcuni balordi che, evidentemente, in cerca di refrigerio decidono di bagnarsi al fiume completamenti nudi. Tutto ciò avviene, spesso e volentieri, alla presenza di ragazzini che non di rado richiamano l’attenzione dei genitori per mostrare l’esibizione dei passanti. Sicuramente non una bella immagine per la città e per alcuni ragazzini che vorrebbero emulare, ignari dei rischi sotto il profilo igienico, la performance dei balordi. Nonostante i residenti della zona abbiano segnalato in più di una circostanza l’incresciosa situazione ma gli episodi continuano a verificarsi con quotidiana puntualità. In diversi circostanze la polizia municipale è intervenuta per sgomberare alcuni clochard che avevano fissato la propria dimora sotto il ponte del fiume Irno. Evidentemente quest’attività non è sufficiente e non è da escludere che siano persone diverse dai clochard e balordi più volte segnalati ed allontanati dalla zona.  Le condizioni igieniche del fiume sono tutt’altro che compatibili con quelle di un bel bagno in chiare, dolci e fresche acque. Non è l’unica problematica segnalata dai residenti della zona che va della foce del fiume Irno fino alla stazione. Oltre alla sempre delicata situazione dei balordi in piazza Vittorio Veneto, alcuni cittadini contestano lo spostamento di una delle fermate dei pullman. Proteste e lamentele che giungono da più punti della città. Continuano le segnalazioni in zona Vestuti per la presenza di rifiuti di ogni genere nelle traverse adiacenti le strade principali. Cumuli di rifiuti depositati sotto i balconi (addirittura vecchi televisori)  da tempo senza che nessuno si decida a rimuoverli. Buste di spazzatura abbandonate ai lati delle strade (uno spettacolo che si nota spesso in zona via Nizza) o addirittura nascoste sotto il parafanghi delle auto con tutti i rischi del caso (non sono mancati in passato improvvisi roghi causati da un cicca di sigarette e dagli immancabili vandali). Maggiori controlli vengono chiesti alla polizia municipale in questa fase dell’anno in cui la città va svuotandosi per le vacanze con il rischio che balordi ed altri personaggi in carca d’autore creino disagi e rendano ancora meno gradevole l’immagine di una città che da un po’ di settimane a questa parte lascia decisamente a desiderare per la pulizia e per le igiene (con blatte segnalate in più punti della city).

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->