Iovino: “Nocerina non è un un marchio registrato”

Scritto da , 27 febbraio 2014

di Filippo Attianese

“La denominazione Nocerina ed i colori rossoneri non sono un marchio registrato e sono utilizzabili da qualsiasi altra società.” Prova a far chiarezza Bruno Iovino, ex direttore generale della Nocerina, uno che di normative federali se ne intende e che è anche abbastanza informato delle cose molosse. “Qualsiasi nuova società potrà chiamarsi, ad esempio, A.C. Nocerina, U.S. Nocerina, Virtus Nocerina o Polisportiva Nocerina; qualunque denominazione andrà benissimo purché non abbia attinenza con quella dell’attuale società, ossia Asg Nocerina Srl.” Tutto chiaro, ma con una postilla. Tutto questo avrà validità nella misura in cui si procederà all’iscrizione della società entro la scadenza canonica di Luglio e senza, ovviamente, indicare il 1910 come anno di fondazione della società. Insomma, questa eventualità potrà realizzarsi solamente con l’acquisizione del titolo di una società già esistente, o in Serie D o in Eccellenza; trasferendo il titolo a Nocera Inferiore o Superiore si potrà procedere in tempo utile al cambio di sede, denominazione e colori sociali. Qualcosa di simile a quanto avvenne dopo il fallimento degli anni ottanta. Lo scenario cambierebbe radicalmente nel caso in cui entro Luglio nessuna società si presentasse ai nastri di partenza, portando così all’attuazione del lodo che permetterebbe l’iscrizione in Serie D o in Eccellenza in sovrannumero. In quel caso, come ormai noto, la palla passerebbe al sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, che dovrebbe individuare l’imprenditore o il gruppo di imprenditori in grado di rappresentare il calcio nocerino; tale cordata sarebbe obbligata a depositare una quota a fondo perduto per accedere al campionato La nuova società, però, non potrebbe chiamarsi Nocerina; sarebbe necessario cambiare denominazione, adottando qualcosa tipo Nocera Calcio o simili, ed anche i colori sociali non potrebbero essere quelli rossoneri. Anche di questo si è discusso nella riunione di ieri sera presso la biblioteca comunale, tenuta da un gruppo di tifosi con rappresentanti del tifo rossonero ma anche membri dell’associazione Nocerini ed ex componenti del Comitato per la Salvezza. Per ora non sembrano profilarsi all’orizzonte ancora soluzioni concrete ma il tempo, almeno in questa fase, è dalla parte dei molossi. Fino a Luglio si potrà ancora salvare il nome “Nocerina”; ad Agosto, invece, ci sarà eventualmente tempo per creare una società ex-novo, con nome differente. In ogni caso l’obiettivo sarà quello di non far morire il calcio nelle due Nocera e di ritornare in campo, in un modo o nell’altro.

Consiglia