La cena di Natale degli invisibili: oltre 50 i pasti serviti ai senzatetto Incursione a sopresa di Bellandi

Scritto da , 27 Dicembre 2019
image_pdfimage_print

di Giovanna Naddeo

La solidarietà non conosce festivi, tutt’altro. E’ proprio nei “giorni rossi” del calendario che bisognerebbe dedicare del tempo a chi non ha la possibilità di godere del tepore di un tetto sulla testa o di una tavola imbandita. Ci hanno pensato i volontari dell’associazione “Venite Libenter” che, anche nel giorno di Natale, non hanno dimenticato i meno fortunati della città. Sono stati oltre cinquanta, infatti, i pasti caldi serviti durante la cena dello scorso 25 dicembre presso i locali della parrocchia San Demetrio. Dall’antipasto ai dolci della tradizione, una lauta cena dedicata ai cosiddetti “invisibili” e messa su da volontari e da quanti hanno voluto contribuire con piccole o grandi donazioni. A render ancora più prezioso e accogliente il momento conviviale, l’incursione a sorpresa dell’arcivescovo metropolita, Andrea Bellandi. L’alto prelato ha invitato i presenti alla cura nei confronti de prossimo e alla preghiera per tutta la grande «famiglia» salernitana. Anche una delegazione dell’associazione “Voglio un mondo pulito” ha partecipato all’iniziativa, occupandosi del corretto smaltimento dei rifiuti – per lo più in plastica monouso – e della raccolta differenziata al termine del pasto.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->