Incontro in Questura per un piano sicurezza in vista delle gare della Salernitana

Scritto da , 30 Giugno 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Si tenuto nella giornata di ieri un incontro tra l’assessore Domenico De Maio, il vice questore Picone, i responsabili di Salerno Mobilità e i responsabili delle strutture di manutenzione e viabilità del comune di Salerno per iniziare a delineare le misure da adottare in materia di ordine pubblico nel corso delle partite allo stadio Arechi che la Salernitana dovrà disputare durante il prossimo campionato di calcio. “Questo è stato un primo tavolo di confronto tra le parti, per verificare le misure esterne allo stadio da adottare per garantire la massima sicurezza a tutti i tifosi. Abbiamo parlato del sistema dei parcheggi e dei controlli controlli, delle vie di esodo e anche della riorganizzazione dell’area interna allo stadio per gli ospiti – ha spiegato l’assessore De Maio – E’ stato un primo tavolo di confronto, ci dobbiamo ovviamente riagiornare molto presto per mettere su carta tutto quello che per il momento ci siamo detti. Abbiamo ascoltato in particolar modo le richieste che ci sono giunte dalla Questura di Salerno, stiamo prevedendo un sopralluogo in zona per verificare cosa si possa fare e come si possano fare delle modifiche per la sicurezza. Stiamo ragionando ad un nuovo sistema di chiusura con recinzione fissa per separare la tifoseria salernitana da quella ospite. Bisognerà delimitare le aree di arrivo e di esodo dei tifosi ospiti. Ed abbiamo anche ragionato sull’utilizzo della metropolitana. Magari senza fermata allo stadio Arechi, ma facendo scendere i tifosi alla fermata di Parco Arbostella, poi si tratta di fare un breve tratto a piedi, ricordo che in molte altre città i tifosi si ritrovano a fare chilometri a piedi per raggiungere lo stadio, quindi dalla fermata dell’Arbostella al Arechi il tratto è davvero breve. Sicuramente ragioneremo anche sulle aree limitrofe, stiamo pensando allo zona del Capitolo San Matteo che oggi ospita l’unità mobile per i vaccini e che potrebbe essere un ulteriore valvola di sfogo. – ha spiegato ancora il vice sindaco di Salerno – Considerate poi che al momento stiamo ragionando senza conoscere i numeri dei tifosi che si potranno ospitare allo Stadio, sapete bene che è tutto in evoluzione a causa della pandemia, quindi al momento non conosciamo la capienza a nostra disposizione”. E sui lavori all’interno dello stadio De Maio ha precisato “Il primo impianto di illuminazione temporanea è già in fase molto avanzata d’installazione. Abbiamo avviato la procedura per quanto riguarda la manifestazione d’interesse per le ditte che dovranno fare i lavori successivi di completamento, insomma stiamo procedendo in maniera spedita per farci trovare pronti per l’inizio del campionato”. Già l’inizio del campionato, e De Maio non si è sottratto nel commentare la vicenda della Salernitana… “Mi auguro che ci sia responsabilità da parte di tutti su questa storia. Non bisogna scherzare, la Salernitana ha conquistato la promozione sul campo e nessuno può sottrarla. Quindi senso di responsabilità da parte di tutti coloro i quali adesso devono mantenere i loro ruoli e impegni, Anche perchè a questo punto si mette in discussione anche il valore dello sport, la Salernitana ha vinto sul campo e dovrà giocare la serie A, ecco perchè ognuno ora con responsabilità deve fare la propria parte”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->