Incendio Paestum : distrutto camping “Aliseo”

Scritto da , 30 giugno 2016

di Mario Marrone

CAPACCIO PAESTUM. Si è resa necessaria una prolungata attività operativa dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Eboli, intervenuti con due autobotti ed altri mezzi, per domare un incendio di vaste proporzioni sviluppatosi all’interno di un campeggio che apre i propri battenti ai turisti a ridosso del litorale pestano, in località Torre di Mare. Le fiamme, prima che i caschi rossi potessero domarle, mettendo l’area in sicurezza, distruggevano quattro roulotte e Mario Marrone due prefabbricati adibiti ad ospitare eventuali ospiti. Una famiglia che alloggiava, al momento del propagarsi della fiamme, in un bungalow, veniva invitata dagli operatori ad abbandonare la struttura in via del tutto precauzionale. Grazie ai Vigili del Fuoco ed all’impegno di coloro che si sono adoperati per contenere i danni, alla fine, fortunatamente, non si devono lamentare danni fisici alle persone, al di là di quelli materiali che sono di una certa rilevanza. Era stato lo stesso titolare della struttura ricettiva, il Camping Aliseo, a dare l’allarme e sollecitare l’intervento delle squadre dei Vigili del Fuoco ebolitani che giungevano sul posto con la massima sollecitudine. Tra l’altro i pompieri, fin da subito, badavano a recuperare tre bombole di gas presenti nell’area interessata dal rogo, evitando in questo modo che potesse accadere qualcosa di estremamente grave e pericoloso. Il fatto è accaduto intorno alle 3,30 di ieri mattina, quando il cielo veniva inondato da una densa coltre di fumo nerastro e maleodorante, chiaro segno che stesse accadendo qualcosa di preoccupante. Sul posto anche i Carabinieri della compagnia di Agropoli, diretta dal capitano Francesco Manna, e della locale stazione, con il comandante luogotenente Serafino Palumbo, per effettuare i rilievi del caso, avvalendosi della collaborazione dei tecnici dei Vigili del Fuoco di Eboli. Nulla viene lasciato al caso, anche se, a quanto pare, la tesi più accreditata sia quella dell’incidente, non essendo stati reperite corrispondenze che facciano pensare ad altro. Come di diceva, i danni materiali, nonostante la solerzia delle squadre di soccorso, sono abbastanza consistenti, ma già si è al lavoro per far si che la stagione turistica abbia un corso regolare e che l’incendio sia da considerare un incidente di percorso, le cui conseguenze non ostacolino più di tanto la normalità di un’attività che si prepara a dare ospitalità.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->