In bilancio c’erano 100mila euro. Ma al nucleo non è andato nulla

Scritto da , 28 agosto 2016
comune-salerno

Qualcosa dovrebbe muoversi. Almeno secondo quanto annunciato dall’assessore Nino Savastano che per la prossima settimana ha intenzione di convocare un summit per riorganizzare il nucleo di protezione civile a Salerno.
Con molta probabilità, dunque, la delega alla protezione civile dovrebbe andare proprio a Savastano, spegnendo così le ambizioni di alcuni consiglieri comunali che miravano alla guida (politica) del gruppo precedentemente affidato ad Augusto De Pascale. Ieri su queste colonne sono state evidenziate le criticità del nucleo di protezione civile, dovute soprattutto all’assenza di fondi. Oggi arriva, invece, la notizia che qualcosa di muove a Palazzo di Città. Con tanto di placet da parte di Augusto De Pascale che ha detto: «Quando le opere sopravvivono a chi le ha volute e rese funzionali, allora vuol dire che si è lavorato bene».
E chissà se proprio De Pascale sia stato contattato dal sindaco Enzo Napoli per proseguire la sua opera e tenere unito un gruppo che ultimamente ha subito qualche difficoltà, dopo l’avvio della nuova consiliatura. Alla base mancano mezzi e soldi, più che uomini e volontari determinati. All’attivo c’è solo un mezzo che ogni anno viene, tra l’altro, reclamato dalla Regione Campania. Resiste ancora un’auto che pare sia stata pagata proprio dallo stesso De Pascale che negli ultimi anni ha dovuto fare i conti con un bilancio a zero euro. Basti pensare che lo scorso anno rispetto ad un iniziale stanziamento di 100mila euro, dopo l’assestamento ed il riequilibrio, ne sono rimasti appena 5mila che neppure sono stati trasferiti al nucleo della protezione civile di Salerno. A quanto pare i volontari durante il periodo di Luci d’Artista, l’unica cosa che avrebbero guadagnato è un cestino (panino, bibita e due mandarini) “gentilmente” offerto dalla Regione Campania, all’epoca guidata da Stefano Caldoro. Oggi a guida De Luca chissà come andrà, in considerazione che l’attuale governatore è stato sindaco di Salerno e più volte informato rispetto alla situazione del nucleo di protezione civile della sua città.

Consiglia