Il saldo punti è positivo rispetto ad un anno fa

Scritto da , 12 Dicembre 2016
image_pdfimage_print

di Fabio Setta

SALERNO. Dal 7 marzo al 10 dicembre. Tanto è durato il digiuno in trasferta, relativo alla regular season, della Salernitana in trasferta. Dal 7 marzo a Cesena, gol decisivo di Bagadur, al successo di Frosinone. Eccezion fatta per il successo ottenuto a giugno sul campo del Lanciano nella sfida di andata dei play out, in questi ultimi nove mesi la Salernitana ha collezionato fuori casa nove pareggi e cinque sconfitte. Quella ottenuta al Matusa è, inoltre, storica per la squadra granata che ha ottenuta la trentesima vittoria in cadetteria: la prima nella stagione 1938/39, con il punteggio di 3-1 contro l’Alessandria, grazie alla doppietta di Valese e al gol di Bergonzini. La Salernitana non vinceva fuori casa con il punteggio di 3-1 dalla stagione 2010/2011 quando grazie ad una doppietta di Fava e a una rete di Carrus, la squadra allora allenata da Roberto Breda espugnò il campo del Lumezzane. In serie D l’anno successivo il Salerno vinse 3-1 sul campo del Progetto S.Elia con i gol di Caputo, Piciollo e Biancolino. Con questo successo la Salernitana ha un punto in più rispetto alla scorsa stagione. Peraltro la squadra di Torrente chiuse il girone d’andata a venti punti, inanellando tre sconfitte consecutive nelle ultime tre gare. Quindi la Salernitana di quest’anno ha tre match per incrementare il proprio vantaggio nella classifica rispetto alla scorsa stagione. E’ tornata in equilibrio la differenza reti, con 21 gol realizzati e altrettanti subiti. Questa del Matusa è però la sesta gara consecutiva che Terracciano subisce gol: l’ultima volta a reti inviolate è stata contro il Pisa allo stadio Arechi. I granata ancora non hanno ricevuto nessun rigore contro, mentre ancora una volta i gol sono arrivati dai titolari. Quella granata, insieme Il saldo punti è positivo rispetto ad un anno fa proprio al Frosinone, è l’unica squadra a non aver avuto gol dai subentranti. Rosina ha realizzato il quarto gol della sua stagione mentre Coda, con la doppietta rifilata a Bardi, è salito a quota sette nella classifica marcatori. L’ex Parma ha già migliorato il proprio dato relativo al girone d’andata: l’anno scorso dopo le prime 21 partite Coda aveva segnato quattro gol, tre dei quali lontano dall’Arechi. Sono 24 i gol con la maglia granata di Coda, uno in più di Guazzo e Tudisco, e ha appaiato Ricchetti e Cominato nella classifica all time dei marcatori granata. Dopo ben otto stagioni la Salernitana è tornata vincere a Frosinone. L’ultima volta risaliva, infatti, alla stagione 2008/2009 quando i granata vinsero 2-0. Da quel match, fino al successo di sabato, la Salernitana aveva raccolto due sconfitte e due pareggi. Adesso il bilancio complessivo è di sette successi ciociari, tre pareggi e due successi salernitani. Terzo successo, primo in serie B, per i granata con il signor Abbattista di Molfetta come arbitro. Il bilancio si completa con due pareggi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->