Il progetto italiano “MakerStarts” conquista il 47° Salone delle Invenzioni di Ginevra

Oltre 500 espositori, 800 invenzioni provenienti da ogni parte del mondo, confermano questo evento vetrina internazionale d’eccellenza

Presentato a Milano alla Digital Week, il progetto MakerStarts è sbarcato anche a Ginevra, dove si è appena concluso il 47° Salone delle Invenzioni, il più importante evento in materia di brevetti ed invenzioni a livello mondiale.

Il Salone di Ginevra è stato la perfetta occasione per far apprezzare il programma, nato per valorizzare e dar voce a idee, invenzioni e brevetti industriali. Ai microfoni del nuovo magazine italiano, Il Brevetto, testata dedicata al mondo delle invenzioni, lo stesso fondatore del Salone, Jean-Luc Vincent ha definito MakerStarts «un’opportunità unica e concreta per difendere e valorizzare idee e brevetti di migliaia di inventori, perfettamente in linea con lo spirito del Salone, creato per promuovere le idee migliori, in modo da finanziare e portare sul mercato le creazioni degli inventori che sono oggi qui presenti».

«Il progetto punta a colmare il vuoto che c’è tra la presentazione dell’invenzione e la creazione di una startup attraverso il marketing – ha spiegato Giovanni Sapere, direttore editoriale de Il Brevetto e project manager di MakerStarts – in affiancamento a tutti gli inventori nella concretizzazione delle proprie idee», che ha incontrato il favore di Stefano Lorenzoni (esperto in materia intellettuale) delegato per l’Italia al Salone.

Sulla stessa linea d’onda si colloca anche il pensiero della direttrice dell’evento, Gaëlle Grosjean, e del presidente di giuria, David Taji che hanno parlato dell’importanza centrale del ruolo del marketing per lo sviluppo delle invenzioni.

«Raccogliamo indirizzi e nominativi degli inventori grazie a una collaborazione con l’organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale – ha continuato Vincent – sarà interessante creare la sinergia tra il Salone e il progetto, per dare una ulteriore visibilità alle invenzioni. Fornire assistenza marketing alle idee più innovative potrebbe essere un fattore determinante».

«Senz’altro importante il programma MakerStarts per il Salone di Ginevra – ha affermato Lorenzoni ai microfoni de Il Brevetto – il supporto di esperti di marketing che possano guidare l’inventore in un percorso imprenditoriale, è la chiave del successo per molti inventori.

Con il mio bagaglio di 22 anni di esperienza – ha continuato Lorenzoni – fornisco supporto alle iniziative come questa, per offrire un’opportunità ad alcuni espositori e inventori di accedere alla realtà imprenditoriale con il giusto approccio, per avere le carte in regola e incuriosire imprenditori ed investitori che ogni anno vengono a visitare il Salone, ma che spesso non si fermano neanche a cercare di capire l’invenzione».

«Questi inventori vengono qui perché questa è una piattaforma dove tutti si incontrano e portano le loro invenzioni – ha spiegato la direttrice, Gaëlle Grosjean – perché qui vogliono testarle, e con questo incontro sperano che le loro invenzioni possano avere un successo e trovarsi poi sui mercati. Questo processo, ovviamente, è possibile solo grazie a un buon lavoro di marketing. Il marketing è vitale, sia esso per un salone o per un prodotto. Questa è una piattaforma dove si incontrano i visitatori professionali, e gli inventori vengono qui con le loro esperienze e partono con altre. Il marketing qui vive tutto l’anno e loro sono qui proprio per questo».

Un evento unico, che punta alla difesa e all’eliminazione delle problematiche che da sempre affliggono gli innovatori, a partire dalla pesante burocrazia fino ad arrivare al fenomeno del “patent trolling”. «Esistono due scuole di pensiero – ha spiegato Taji – una che prevede che i brevetti vengano accumulati dalle grandi multinazionali per avere l’esclusiva, dall’altra, invece, c’è chi pensa che i brevetti debbano essere lasciati a disposizione di tutti, come ha fatto di recente Toyota, mettendo a disposizione i propri brevetti sulle auto ibride».

Grande soddisfazione per il direttore della testata Il Brevetto e fondatore di MakerStarts,

Giovanni Sapere: «ringrazio il salone di Ginevra nella persona del suo fondatore, Jean-Luc Vincent, per aver accolto il progetto italiano MakerStarts con entusiasmo definendolo “unico”»

L’intero programma del MakerStarts e del format sarà oggetto di meeting internazionale il prossimo 28 settembre, a Palazzo Innovazione di Salerno sebbene l’evento sta conquistando favori all’interno dell’immenso panorama dei brevetti e delle invenzioni.

Jean-Luc Vincent (centro) – presidente e fondatore del Salone di Ginevra

Stefano Lorenzoni (destra) – delegato Italiano del Salone di Ginevra

Giovanni Sapere (sinistra) direttore editoriale & projectmanager MakerStarts