Il Positano Teatro Festival ricorda Gerardo D’Andrea

Scritto da , 31 Luglio 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Presentata ieri mattina a Napoli l’edizione 2021 del Positano Teatro Festival Premio Annibale Ruccello, ideato dal compianto Gerardo D’Andrea, diciotto anni fa, e che è riuscito a stilare il programma anche di questa edizione. Come per lo scorso anno, anche per questa edizioni, a causa delle disposizioni anticovid vi sarà un ridimensionamento del programma, che si svolgerà in quattro serate che avranno luogo tutte nell’“Anfiteatro Piazza dei Racconti” i cui ampi spazi consentiranno di mantenere un regolare distanziamento sociale. Come da tradizione anche per questa edizione lo scopo sarà quello di offrire al pubblico occasioni di “ridere, riflettere e commuoversi”. Primo appuntamento in cartellone per sabato 7 agosto alle ore 20,45, con una serata dedicata alla cantante Milva con lo spettacolo “La Rossa” che vede protagoniste Antonella Morea, e Martina Carpi, con testi scritti da Gianmarco Cesario. Lo spettacolo sarà accompagnato, in quest’occasione, dall’ensemble musicale composta da Vittorio Cataldi (piano, fisarmonica e violino), da Luigi Fiscale (contrabbasso), da Franco Ponzo (chitarra) e Gianluca Mirra (batteria). Subito dopo sarà il momento del Premio Annibale Ruccello 2020 alla carriera a Milva che sarà consegnato alla figlia Martina Corgnati. Il Festival sarà anticipato dall’esibizione musicale del duo “acCosta acCosta” con Michele Colonna e Nino Apreda che insieme ad un gruppo di giovani in abiti folcloristici, partendo da Via Pasitea, alle 19,30, coinvolgerà cittadini e turisti dando il benvenuto al pubblico del Positano Teatro Festival. Secondo appuntamento domenica 8 agosto, alle 20,45, con Enzo Moscato, con lo spettacolo “Luparella” ovvero Foto di Bordello con Nanà, testo e interpretazione dello stesso Moscato. Uno spettacolo che è entrato di diritto nella storia del teatro contemporaneo. Lo spettacolo è presentato dalla Compagnia Teatrale Enzo Moscato, le musiche Donamos, i costumi Tata Barbalato, l’organizzazione Claudio Affinito. Terzo appuntamento lunedì 9 agosto, alle 20.00, il palcoscenico del festival ospiterà lo spettacolo “L’ufficio delle parole smarrite” che segna il gradito ritorno della compagnia Il Teatro nel Baule, formazione leader per il teatro dell’infanzia, ancora una volta protagonista dell’appuntamento tanto atteso dai bambini, ma non solo, tanto che il direttore artistico era solito aggiungere che fosse «vietato l’ingresso ai maggiori se non accompagnati». Ultimo appuntamento martedì 10 Agosto, alle 20,45, spettacolo di teatro musicale “Nino” (dedicato all’amico magico Nino Rota) con Lalla Esposito accompagnata al pianoforte da Antonio Ottaviano. Nino Rota, uno dei più grandi compositori del novecento, “l’amico magico”, come amava definirlo Fellini. Al termine dello spettacolo, nella serata condotta da Martina Carpi, sarà consegnato dal sindaco Giuseppe Guida il Premio Pistrice – Città di Positano” ad Alessandro D’Alatri, regista teatrale e cinematografico, reduce dall’enorme successo di ascolti, di critica e di pubblico della serie televisiva “Il Commissario Ricciardi” (Rai1), che ha vinto il prime time di serata. L’autrice del Premio è l’artista Marina Contento.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->