Il Pd cerca di espugnare il regno di Aliberti

Scritto da , 14 settembre 2018
image_pdfimage_print

Andrea Pellegrino

Nella terra di Pasquale Aliberti e di Monica Paolino, il Partito democratico riparte dalla Festa de «L’Unità». Una delle poche organizzate in provincia di Salerno. Nel comune attualmente commissariato dopo l’arresto del sindaco ed in vista delle prossime elezioni amministrative, Michele Grimaldi, storico leader cittadino Dem, tenta la scalata per Palazzo Mayer. Non risparmia accuse alla coppia del centrodestra scafatese e all’ex governatore Stefano Caldoro. Nella piazza dedicata ai giudici Falcone e Borsellino circondata dai rifiuti ed invasa dalle zanzare il Pd locale ha invitato alla sua prima giornata di Festa de «L’Unità» il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Riapertura e potenziamento dell’ospedale “Mauro Scarlato”, progetto della rete idrica legato al Sarno e manutenzione strade nonché scuole sono i punti che il presidente della Giunta regionale ha toccato assicurando il pieno impegno di Palazzo Santa Lucia. «L’ospedale è stato chiuso dal centrodestra – tuona De Luca – Nel nostro piano ospedaliero abbiamo deciso di tenere aperto il pronto soccorso e di rilanciare la struttura ospedaliera di Scafati. Abbiamo ultimato i lavori di ristrutturazione del laboratorio di analisi, della dialisi e di una parte della radiologia. Abbiamo già deliberato i lavori di ristrutturazione dei locali della farmacia, mancano ancora i progetti di adeguamento degli impianti e si stanno individuando i locali nei quali allocare e collocare ortopedia, chirurgia, reumatologia e le sale operatorie. Ci vorrà qualche mese di tempo, abbiamo trovato i finanziamenti ma l’ospedale di Scafati sarà salvato e sarà sviluppato insieme con il pronto soccorso. Questo è un merito nostro». Sul progetto fiume Sarno, incalza il governatore: «Non abbiamo trovato niente quando ci siamo insediati tre anni. Non c’era niente, neanche un progetto preliminare. In questo momento stiamo facendo le gare per il tratto che va dalla foce del fiume Sarno, stiamo facendo la classificazione dei sedimenti inquinanti prima di poter fare il progetto esecutivo». Una piazza non gremitissima che si è affollata man mano di esponenti provinciali venuti a testimoniare la loro vicinanza alle battaglie di Grimaldi e del Pd locale, tra questi Nello Mastursi ex capo staff di Vincenzo De Luca che torna timidamente alla politica attiva e di partito dopo il purgatorio imposto dalla bufera giudiziaria. Questa stessa piazza oggi ospiterà il segretario nazionale del Pd Maurizio Martina che sarà chiamato soprattutto a rispondere alle dure accuse mosse da De Luca per quanto riguarda la mancata proposta politica nel campo del lavoro e della sicurezza. « Abbiamo un partito che sembra lontano dalla gente normale che sembra un corpo estraneo rispetto all’Italia – incalza De Luca – Abbiamo dirigenti che sembrano venuti da Marte. I nostri militanti si sentono fuori dal nostro Paese – aggiunge – invece dobbiamo combattere per vincere e per aggregare le forze per trasformare l’Italia. Se il Pd non vara un piano per il lavoro può chiudere i battenti perché non serve a niente». Così come, prosegue: «Se non siamo in grado di garantire la sicurezza dei cittadini, il destino della democrazia italiana e dell’Europa è già segnato: al governo andranno le forze reazionarie, quelle che non hanno la sensibilità democratica. Se non troveremo la strada per riparlare con la nostra gente, faremo fatica. Nei quartieri popolari del Nord l’80 per cento degli operai vota per la Lega. Questa è la realtà». In contemporanea con Martina a Scafati, il governatore De Luca sarà a Caserta alla Festa dell’Avanti organizzata dal partito socialista in compagnia dell’ex ministro dell’Interno Marco Minniti e dell’ex premier Paolo Gentiloni. Nell’agenda di De Luca c’è anche un appuntamento a Portici ma con molta probabilità diserterà dopo le polemiche con i Giovani Democratici regionali. A fine mese, invece, la festa de «L’Unità» approderà a Pontecagnano Faiano, comune recentemente a guida dem, dopo l’elezione di Giuseppe Canfora. E’ in programma il 28 e 29 settembre, nei giorni in cui a Campagna si terrà la Pontida del Sud.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->