Il nuovo ospedale nell’area Finmatica Napoli lascia il Consiglio provinciale

Scritto da , 19 dicembre 2017

Andrea Pellegrino

Consiglio comunale fissato (non senza polemiche) per il 27 dicembre senza il Puc. All’esame ci sarà solo il bilancio, così come di consueto nell’ultima seduta consiliare dell’anno. Ieri pomeriggio il vertice di maggioranza ha affrontato l’aggiornamento del piano urbanistico comunale, il cui esame, però, slitterà ai prossimi mesi. Per ora solo un primo confronto, in considerazione della delicatezza del tema. Entro fine gennaio il documento di indirizzo dovrebbe essere prodotto dalla giunta comunale. Il sindacoNapoli chiede: «Massima compattezza sia sul Puc e che sul bilancio».

IL NUOVO OSPEDALE NELL’AREA FINMATICA

Tra le novità del nuovo Puc c’è la nuova struttura ospedaliera, già annunciata e finanziata dalla giunta regionale guidata da Vincenzo De Luca. Oltre ai fondi sarebbe stata individuata anche l’area. Non in via San Leonardo, dunque, ma poco più a sud, nei pressi della Centrale del Latte, ed in particolare nell’area in cui sarebbe dovuto sorgere il polo Finmatica di Pierluigi Crudele. Confermate le edificazioni nelle aree pubbliche in vendita. A quanto pare sarà salvaguardata solo via Vinciprova. A Piazza Mazzini ci sarà – secondo l’assessore De Maio – la costruzione di un palazzo di basse dimensioni mentre si realizzerà un fabbricato nell’area dell’ex cementificio.

NAPOLI LASCIA IL CONSIGLIO PROVINCIALE

Intanto la città di Salerno non avrà più il suo rappresentante a Palazzo Sant’Agostino. Il primo cittadino ha infatti annunciato le sue dimissioni da consigliere provinciale. Al suo posto entrerà il sindaco di Bellizzi Mimmo Volpe. Una mossa che avrebbe creato malumori all’interno della maggioranza. Il posto consiliare, infatti, era ambito da diversi consiglieri comunali bloccati all’epoca dalla discesa in campo del sindaco Napoli.

POLEMICHE SUL CONSIGLIO POST NATALE

C’è chi spinge per rimandare almeno di un giorno la seduta consiliare. Alcuni consiglieri, tra cui Gallo e Naddeo, hanno annunciato già la propria assenza. Tra l’altro sorgerebbe un motivo logistico: la fissazione della seduta il 27 dicembre, giorno dopo Santo Stefano, vedrebbe la chiusura degli uffici comunali i tre giorni precedenti la convocazione. Nelle prossime ore, però, dovrebbe essere convocata la conferenza dei capigruppo.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->