Il mondo nei tasti di un pianoforte

Scritto da , 26 maggio 2016

Presentato a palazzo di Città il Concorso pianistico Vietri Sul mare e il Premio Napolitano Città di Salerno. Galà finali il 2 e il 5 giugno

Di Olga Chieffi

I concorsi si sa, sono un male necessario nella vita di un giovane strumentista alla ricerca della propria affermazione o quanto meno di una verifica della propria attitudine a intraprendere una carriera concertistica. Ciò che sembrava relegato nell’ambito della logica competitiva, non solo non finisce lì, ma anzi, semmai si moltiplica esponenzialmente quando l’artista comincia i suoi cimenti davanti al pubblico, non più da candidato, ma da protagonista. È questa la caratteristica del Concorso Pianistico “Vietri sul Mare Costa Amalfitana” e del Premio di Esecuzione Pianistica “Antonio Napolitano Città di Salerno” che quest’anno giungono rispettivamente, alla XVI e XIV edizione, i cui 77 iscritti che da Vietri sul Mare e Salerno lancia ponti con la Russia, il Giappone, la Cina, la Germania e la Corea. Dalle durissime selezioni, che prenderanno il via domenica I giugno, presso i saloni del Lloyd’s baia Hotel di Vietri sul mare, con le commissioni che lavoreranno dalle 9 di mattina alle 22, si verrà catapultati sul prestigioso palcoscenico del Teatro Verdi, il 5 giugno alle 18, mentre, per il galà del concorso si resterà a Vietri con appuntamento alle 16 del 2. A Palazzo di Città, le due ideatrici di questo concorso internazionale, Antonia Willburger del CTA di Vietri Sul mare e la direttrice artistica, la pianista Ersilia Frusciante, ospiti dell’amministrazione comunale di Salerno, rappresentata dall’Assessore Ermanno Guerra, hanno presentato l’evento. “Ogni anno, sia per il Concorso che per il Premio, abbiamo avuto il piacere di ospitare pianisti di tutto il mondo – ha spiegato Antonia Willburger, – La serietà delle commissioni e la bellezza dei nostri luoghi giocano un ruolo determinante. La segreteria organizzativa è al lavoro già da tempo per garantire agli iscritti stranieri, che tornano, di anno in anno, una permanenza all’altezza delle aspettative”. Questo concorso è oramai un appuntamento fisso nelle agende dei pianisti italiani e stranieri, avendo conquistato l’inclusione nel prestigioso circuito Alink-Argerich Foundation. Una scelta sulla quale ogni anno c’è in calce la firma del direttore artistico, Ersilia Frusciante, la quale ha confessato di selezionare i colleghi non solo per il riconosciuto valore concertistico e didattico, ma in particolare per lo spirito pratico, poiché i lavori di selezione devono per forza procedere speditamente. Quest’anno, il concorso a categorie si avvarrà della presenza di Radomir Melmuka e Alexander Hintchev, mentre i docenti italiani saranno Anna Chiara D’Ascoli, Vincenzo Marrone D’Alberti e Imma Battista, direttrice del G.Martucci di Salerno. La Giuria del Premio A.Napolitano sarà formata dai due pianisti stranieri, supportati da Franco Medori, Costantino Catena e Dario Candela. L’assessore Guerra, unitamente a Fulvio Maffia, intervenuto in rappresentanza della massima istituzione cittadina, che ospiterà lo studio dei vari partecipanti, ha invece sottolineato la necessità di cercare un accordo sulla programmazione di tutti gli eventi, per riuscire a trasformare ogni appuntamento in un forte attrattore turistico. Il Concorso Pianistico internazionale a categorie “Vietri sul Mare – Costa Amalfitana” è rivolto ai giovani pianisti nati dal 1987 e prevede cinque borse di studio del valore di 4100 euro oltre alla borsa di studio “Vincenzo Solimene” del valore di 800 euro offerta dagli eredi Solimene da attribuire al candidato che avrà avuto il punteggio più alto in assoluto. Tre sono le borse di studio al primo, al secondo e al terzo classificato del Premio Paola Galdi. Il primo classificato della categoria A vince la borsa di studio di euro 300 in memoria di Giuseppe Campanile, la categoria B vince la borsa di studio di euro 350 in memoria di Antonio Castorino, la categoria C vince la borsa di studio euro 400 in memoria di Nino Tortora, la categoria D vince la borsa di studio di euro 600 offerta dall’Associazione Marina di Salerno, e la categoria E vince euro 800. Il Premio di esecuzione pianistica di “Antonio Napolitano – Città di Salerno”, aperto ai pianisti di ogni età e nazionalità, anche quest’anno conferma il confronto con il pubblico in occasione del concerto dei vincitori. Tre sono le borse di studio in palio: la borsa del valore di 3000 euro in memoria di Antonio Napolitano; la borsa di 1500 euro, offerta da Rosamaria Bianco, e la borsa di 1250 euro in memoria del M° Fortunato Galano, organista e direttore di coro di Vietri sul Mare; la borsa di euro 1000 offerta dalla Associazione Marina di Salerno.

Consiglia