Il mistero Esposito: tempi di recupero triplicati

Scritto da , 6 febbraio 2014
image_pdfimage_print

“Gennaro Esposito in uno scontro di gioco ha riportato la frattura composta del quinto metatarso del piede destro. L’atleta ne avrà per almeno quaranta giorni”: il 13 ottobre scorso il sito ufficiale della Salernitana riportava questa diagnosi, neanche troppo preoccupante, in seguito all’infortunio del centrocampista durante Ascoli-Salernitana. Di giorni ne sono passati il triplo, centoventi, ma di Esposito in campo non vi è stata più traccia. Evidentemente esistono delle responsabilità per questo dilatarsi dei tempi di recupero. Staff sanitario o tecnico, qualcuno ha commesso un errore che però non è stato ancora evidenziato. Un vero e proprio mistero, che circonda Esposito. E pensare che il regista partenopeo, doveva essere uno degli elementi cardine della Salernitana ed invece si è rivelato un oggetto misterioso. Dopo una partenza lentissima, dovuta anche alla mancanza di una adeguata preparazione atletica, Esposito è stato colpito da questo infortunio che l’ha praticamente tolto dai giochi. Il paradosso è che di tempi di recupero ancora non se ne parla. Intanto il campionato volge alla sua fase conclusiva ed Esposito, in caso di pieno recupero, potrebbe tornare davvero utile.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->