«Il disegno era smantellare l’area industriale di Salerno a favore di una zona turistica»

Scritto da , 20 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

La giornata è particolare per gli ex lavoratori dell’Ideal Standard. Dopo la doccia gelata in mattinata ieri sera si sono incontrati presso la sede dell’associazione “Salerno di tutti” per una iniziativa promossa da Franco Mari. Proprio Mari, uno dei protagonisti politici di quella stagione, già assessore al lavoro, ha raggruppato tutti i lavoratori per ricostruire quanto accaduto in quegli anni. Soprattutto dopo la chiusura dello stabilimento e con il subentro delle successive società, tra cui la Sea Park e la Sea Farm. Una vicenda raccontata, nei minimi particolari, dagli ex operai presenti all’appuntamento di ieri sera. «La realizzazione del parco marino – spiega Mari – era una occasione per la città di Salerno. Penso che nel 2005 qualcosa sia successo e la città si è divisa tra favorevoli e contrari alla creazione del parco marino. Oggi poi la storia ci racconta dalle vicenda amianto e della battaglia dei lavoratori e di coloro che sono deceduti nel corso degli anni». I tratti oscuri sono ancora molti ma per alcuni operai l’obiettivo era chiaro: l’Ideal Standard voleva fuggire da Salerno e qui si voleva smantellare la zona industriale per far spazio ad una zona prettamente turistica. Oggi, però, gli ex dipendenti annunciano che continueranno la loro battaglia. (andpell)

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->