Il Covid spaventa ancora: allarme lanciato dal matematico Sebastiani

Scritto da , 3 Novembre 2021
image_pdfimage_print

Salerno tra le province attenzionate per l’aumento dei casi covid. Ad oggi, sono 16 quelle in cui si rileva questa tendenza e nelle quali il valore dell’incidenza negli ultimi 7 giorni è superiore a 50 casi a settimana per 100.000 abitanti. Al primo posto c’è quella di Trieste. E’ quanto emerge dall’analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo ‘M.Picone’, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). “Il valore più grande dell’incidenza è a Trieste, dove la crescita non può essere spiegata solo dai recenti assembramenti di massa poiché c’è un contributo rilevante dovuto ai flussi in entrata dai Paesi della penisola balcanica attraverso la frontiera con la Slovenia”, osserva l’esperto. Infatti, prosegue, “le altre due province confinanti con l’estero, Gorizia e Udine, sono rispettivamente al terzo e settimo posto della graduatoria. Pordenone, che non ha confini con Paesi stranieri, e’ solo al quindicesimo posto. E’ quindi importante – osserva Sebastiani – limitare gli assembramenti e al tempo stesso avere un controllo capillare dei flussi in entrata attraverso la frontiera con la Slovenia”. Dall’analisi alle differenze percentuali settimanali si notano infine negli ultimi cinque giorni segni iniziali di frenata della crescita nella provincia di Trieste. Ecco i valori dell’incidenza nelle 15 province in cui si rileva un aumento dei casi positivi: Trieste (331), Bolzano (155), Gorizia (131), Siena (92), Crotone (86), Caserta (76), Udine (74), Napoli (73), Teramo (68), Belluno (63), Salerno (61), Taranto (57), Foggia (56), La Spezia (55), Pordenone (54), Livorno (53).

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->