Il consigliere comunale Mazzeo aderisce a Italia Viva di Renzi

Scritto da , 16 Luglio 2020
image_pdfimage_print

E’ polemica a Campagna dopo l’ipotesi di una candidatura del sindaco Roberto Monaco, candidato al consiglio regionale della Campania con Forza Italia. A puntare il dito contro la decisione del primo cittadino è Andrea Lembo, leader dell’opposizione al Comune di Campagna: «Il sindaco Monaco, invece di lanciarsi nell’ennesima avventura elettorale sovracomunale a spese dei cittadini campagnesi, farebbe bene ad occuparsi dei tanti problemi che, a distanza di due anni dall’inizio del suo secondo mandato, ancora restano sul tavolo – ha dichiarato Lembo – Faccia chiarezza e assuma la responsabilità politica delle sue azioni, se ne è capace». E ancora: «Si candida con Forza Italia a sostegno di Caldoro e organizza o partecipa (insieme a qualche baldo amministratore di maggioranza) agli incontri con candidati in pectore del Presidente uscente Vincenzo De Luca: siamo consapevoli che la coerenza politica di Roberto Monaco non è tra le sue doti migliori ma così si sfiora il ridicolo, oltre a calpestare una maggioranza che, almeno fino alla campagna elettorale, si strappava le vesti per definirsi civica (salvo poi tradire il mandato pochi giorni dopo l’elezione con svariati cambi di denominazione dei gruppi consiliari – altra vergogna assoluta)». Il consigliere d’opposizione punta poi il dito contro la gestione «scriteriata e maldestra delle questioni, partendo dalla atavica mancanza di acqua nelle case dei cittadini fino ad arrivare alla scellerata gestione degli aiuti alimentari Covid19 durante la fase di lockdown. Le opere incompiute non si contano, i lavori pubblici non si sbloccano per assenza di fondi da destinarvi. A tutto ciò si aggiungano gli aumenti praticati su tributi, tariffe e canoni di competenza comunale (i cittadini non hanno dimenticato le bollette per i rifiuti o per l’imu), con l’aggravante che i cittadini sono costretti tramite la pagina social del sindaco a sorbirsi annunci spot privi di fondamento e propaganda becera utilizzati per sviare l’attenzione dalle questioni più serie: a breve saremo chiamati a discutere in consiglio comunale il rendiconto della gestione che, stando ai documenti presentati dall’amministrazione, evidenzia un risultato negativo per oltre due milioni e mezzo di euro». Da qui l’appello ai consiglieri di maggioranza affinchè abbiano un sussulto di dignità e amore per la città, ponendo fine a questa esperienza amministrativa prima che i campagnesi paghino ulteriormente il prezzo di tutta l’incapacità e l’incuria del sindaco fantasma – ha detto infine Lembo – Più che una candidatura, questa faccenda sembra una fuga dai problemi della città». Intanto, proprio da Campagna Italia Viva, il partito fondato da Matteo Renzi, prova a chiudere il cerchio intorno alle quote rosa. E mentre si fanno più insistenti le voci di una candidatura della coordinatrice locale Anna Rita Leonardi è proprio la diretta interessata a fare chiarezza e mettere un punto definitivo: «Sì, hanno chiesto la mia candidatura ma non ho accettato e non ho intenzione di farlo quindi lo dico per l’ultima volta: non sono tra i candidati al consiglio regionale della Campania». La Leonardi, recentemente nominata coordinatrice per l’area Salerno – Alto e Medio Sele (Campagna, Castelnuovo di Conza, Colliano, Contursi Terme, Laviano, Oliveto Citra, Santomenna e Valca), Pontecagnano Faiano e Bellizzi, ha annunciato inoltre pieno sostegno a Tommaso Pellegrino, coordinatore territoriale di Italia Viva per Salerno e provincia insieme ad Angelica Saggese. Il sindaco di Sassano, infatti, vede il suo mandato in scadenza ed è tra i primi candidati di Italia Viva alle elezioni regionali. «Sosterrò Tommaso Pellegrino, senza se e senza ma e inviterò anche gli altri a farlo», ha poi aggiunto la Leonardi. Nel frattempo, cresce la famiglia di Italia Viva che conquista un altro posto al Comune di Salerno. Il consigliere Nico Mazzeo ha infatti aderito al partito di Matteo Salvini. «Una nuova e stimolante avventura si pone dinanzi a Noi. Ringrazio l’onorevole Ettore Rosato, vicepresidente della Camera dei Deputati; i Coordinatori Provinciali di Salerno, Pellegrino e Saggese e il coordinatore cittadino, Sarel Malan, per la fiducia riposta», ha dichiarato Mazzeo subito dopo l’adesione. Mazzeo potrebbe essere tra i candidati al consiglio regionale, insieme a Tommaso Pellegrino. La sua intenzione di scendere in campo sembra ormai confermata. Con lui ci saranno anche Pasquale Cuofano, padre del sindaco di Nocera Inferiore; Tonino Cuomo e l’ex sindaco di Giffoni Valle Piana, Paolo Russomando. Resta da sciogliere il nodo relativo alle quote rosa ma, per ora, lo scenario sembra abbastanza delineato.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->