Il conservatorio Martucci a Uno Mattina

Scritto da , 3 maggio 2014

Sono rimasti solo quattro Conservatori a contendersi la palma del vincitore nel torneo Conservatori a Confronto organizzato da Rai Unomattina: il Ghedini di Cuneo e altri tre Istituti musicali, tutti del Sud Italia (Salerno, Avellino e Ribera). La sfida è ormai da brivido: oggi, alle ore 9:00, andrà in onda la semifinale di “Conservatori a Confronto”, una rubrica di musica colta del programma televisivo “Uno Mattina – in Famiglia”, che vedrà ospiti il Conservatorio Giuseppe Martucci di Salerno ed il Conservatorio di Cuneo.  I giovani musicisti salernitani, che prenderanno parte alla competizione in formazione di quartetto, si esibiranno in un’originale trascrizione di carattere Blues di “Un Americano a Parigi” di George Gershwin, melodia ben nota al grande pubblico grazie all’omonimo film – musical, vincitore di numerosi premi Oscar, rivisitata ed adattata per clarinetto, fagotto, tromba e pianoforte da uno dei componenti del gruppo, il clarinettista Giovanni Liguori, brillante elemento del Conservatorio Martucci, diplomato col massimo dei voti sotto la guida del M° Raffaele Pastore e specializzando in Strumentazione per Banda. I ragazzi piemontesi si presenteranno in trio: “Cuneesi al samba”, con Federico Macagno al clarinetto, Milena Punzi al violoncello e Davide Bertorello al pianoforte. Allievi rispettivamente dei maestri Mazzone, Scacchi e Vivarelli, i tre sono stati preparati dalla prof.ssa Monica Cattarossi, docente di Musica da camera e dal loro nome immaginiamo una performance latin. Al fianco di Liguori troveremo Fabio Marone e il suo fagotto, talentuoso allievo del M° Domenico Procida, nonché Presidente della Consulta degli Studenti del Martucci dall’anno accademico 2010/2011.  Alla tromba invece il frizzante Stefano Rinaldi, giovane allievo del M° Francesco Cardaropoli, a lui toccherà esporre l’ invidiatissimo tema blues, di An American in Paris affidato nella partitura originale dalla tromba solista, un momento magico per liricità espressa e per l’enorme potere evocativo, sprigionato da questa sorta di incantato e sognante notturno orchestrale, ed infine cornice di un coloratissimo dipinto, il pianoforte di Raffaele Ranieri, e il suo tocco blues. Per sostenere il quartetto è possibile votare chiamando da telefono fisso l’89 44 33 e/o da cellulare al 4784784 digitando il codice assegnato al gruppo salernitano. Non resta che inviare un grosso in bocca al lupo ai ragazzi, ed incrociare le dita!

Marina Pellegrino

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->