Il Comune di Salerno chiedera’ ai giudici del Tribunale il dissequestro del Crescent

Scritto da , 8 novembre 2014
image_pdfimage_print

 

Il Comune di Salerno chiedera’ ai giudici del Tribunale di Salerno il dissequestro del Crescent per procedere con i lavori di adeguamento del complesso edilizio secondo quanto fissato dalle prescrizioni paesaggistiche emesse dalla Soprintendenza. E’ quanto confermato da fonti del Comune di Salerno all’indomani della sentenza di rinvio a giudizio emessa dal gup del Tribunale di Salerno per il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, e per altre 21 persone tra tecnici, funzionari comunali e imprenditori accusati di falso ideologico, abuso di ufficio, lottizzazione abusiva e invasione di terreni per irregolarita’ urbanistiche commesse nella realizzazione del Crescent. La prima udienza del processo si terra’ il prossimo 23 dicembre presso la seconda sezione penale del Tribunale di Salerno. (AGI) Sa1/Vic   Secondo quanto trapela da Palazzo di Citta’, e’ stata depositata una perizia su altezze in cui si stabilisce l’abbassamento della parte di “coronamento” del Crescent di 45 centimetri rispetto al Palazzo comunale. Il ridimensionamento interessa in altezza solo la parte dei cornicioni dell’edificio semicircolare progettato da Ricardo Bofill. Secondo una delle prescrizioni della Soprintendenza ai fini del rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche, il Comune deve adeguare l’altezza del Crescent a quella del palazzo del Municipio non superando i 26-27 metri. (AGI) Sa1/Vic 081413 NOV 14 NNNN

 

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->