Il Comune ci ha negato il centro agro alimentare

Scritto da , 26 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Red. Cro.

Gino Carrano è il patron e l’ideatore della Fosof, una manifestazione che rappresenta il “salotto buono” dell’edilizia professionale, il punto d’incontro tra una domanda ed un’offerta qualificate. La sua passione per questo settore è stata degnamente ereditata dal figlio Gianluca, dottore in ingegneria gestionale e responsabile dell’assetto amministrativo ed organizzativo di una vera e propria fiera di qualità made in Salerno. Quest’anno l’evento, giunto alla ventiseiesima edizione, si svolgerà dal 29 novembre al 1 dicembre, in una nuova location ubicata in via Stefan Brun e non più nella storica sede del Centro Agroalimentare.
Come mai quest’anno c’è stato questo cambio di programma?
“Siccome Salerno non è fornita di un polo fieristico, abbiamo sempre allestito il nostro salone al centro agroalimentare di via Mecio Gracco, locando una struttura pubblica per i giorni necessari allo svolgimento dell’evento. Ci siamo trovati improvvisamente sprovvisti di una location per lo svolgimento della manifestazione, in quanto il Comune (dopo che era stata fatta richiesta il 3/7) solo all’inizio di novembre ci ha informato che non avremmo potuto utilizzare il nostro ormai abituale spazio espositivo.”
Come ha ovviato al problema?
“Abbiamo noleggiato un capannone privato in via Brun, non lontano dalla sede originaria della manifestazione. Certo, ci sono state delle ricadute negative di questo spostamento in quanto alcune aziende sono state, per ovvi motivi logistici, tenute fuori da quest’edizione. Tuttavia abbiamo cercato di preservare un assetto appetibile per i tanti visitatori del nostro evento, che si aspettano al tempo stesso qualcosa di diverso e di simile dalle fiere di settore che si svolgono nelle grandi città”.
Quali saranno le novità che renderanno imperdibile questa ventiseiesima edizione di Fosof?
“In questa edizione non mancheranno le novità e le curiosità partendo dal settore del software tecnico per architetti, ingegneri e geometri, con la presenza delle maggiori software – house italiane, così come è accaduto negli anni passati. Verranno presentati, per l’occasione, tutti gli aggiornamenti sia in chiave tecnologica che in materia di adeguamento alle nuove normative, per i software legati alla progettazione architettonica, al calcolo strutturale, al computo cantiere, alla sicurezza dei luoghi di lavoro, al calcolo dell’efficienza energetica degli edifici, all’ingegneria geotecnica. Non mancheranno poi occasioni di confronto e dibattito con esperti del settore e docenti universitari”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->