Il colle Bellara ha ospitato il “Bunker Tour”

Scritto da , 15 Settembre 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Il Masso della Signora, ovvero il colle Bellara ha ospitato domenica scorsa la seconda edizione del “Bunker Tour Salerno”. Si tratta nello specifico di una visita guidata ai bunker militari della zona. L’iniziativa svoltasi con il patrocinio del Comune di Salerno, è stata organizzata dall’Associazione Avalanche 1943, diretta dal dottor Pasquale Capozzolo, in collaborazione con il “Museum of Operation Avalanche” MoA di Eboli, il Consolato di Salerno della Federazione Maestri del Lavoro, la Italy War Route, e il gruppo Esplorando la Campania, il tutto nel rispetto dei protocolli legati al Covid-19. Scopo della giornata è stato quello di far riscoprire dei luoghi storici quasi dimenticati, che hanno segnato in maniera indelebile la storia della nostra città e dei salernitani oltre a cercare di rivalutare il colle Bellara, comunemente conosciuto dai Salernitani come Masso della Signora, un’area della città capoluogo di provincia, ormai, quasi ridotta all’abbandono, ma che nasconde ancora tanti tesori.

A tal riguardo gli organizzatori, unitamente ai tanti volontari, nei giorni precedenti alla manifestazione, hanno ripulito da rifiuti vari i siti e i percorsi da visitare, incontrando anche dei cinghiali che pascolavano liberamente. Il percorso di trekking, di circa due ore, alla riscoperta delle vecchie postazioni militari del secondo conflitto mondiale, quasi un viaggio nella memoria, immerso nella natura e nella storia, è stato arricchito dalle spiegazioni e dai racconti di storici e di esperti del settore, per non dimenticare. I partecipanti: ricercatori, studenti, appassionati di storia e semplici cittadini, hanno avuto la possibilità di visitare il tunnel antiaereo, le postazioni difensive, le torrette, il campo di battaglia e alcuni bunker e in particolare uno dei bunker da poco restaurato e allestito con i materiali dell’epoca. Il Consolato di Salerno dei Maestri del Lavoro, ha partecipato con l’intento di portare avanti l’iniziativa-progetto del Console Giovanni Terranova ”Integrazione mediante l’apprendimento della storia del territorio”, efficacemente supportato dal MdL Giuseppe Nappo, ricordando le tristi vicende ed i milioni di morti della seconda guerra mondiale; entrambi hanno esaltato l’importanza della pace, ripetendo ai presenti e in particolare ai meno anziani, l’accorato appello declarato da Papa Giovanni Paolo II nell’Angelus del 16/03/2003: “sento il dovere di ricordare ai giovani Maipiù la guerra!”. Al termine della manifestazione gli organizzatori hanno dato appuntamento a tutti per l’anno prossimo, per la terza edizione del Bunker Tour Salerno.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->