Il circolo Berlinguer di Salerno «Non vogliamo De Luca alla festa»

Scritto da , 23 settembre 2017
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Malessere ed imbarazzo per l’invito rivolto a Vincenzo De Luca a prendere parte al dibattito politico alla Festa Nazionale Mdp di Napoli il 27 settembre. Il circolo “Berlinguer” di Articolo 1 Movimento Democratico e Progressista di Salerno ha approvato un documento per ribadire la ferma opposizione sia al governo regionale che a quello del Comune di Salerno. «Mdp deve proporre un’alternativa netta alle posizioni espresse dal Pd: alternativa nei valori sostenuti, alternativa nelle scelte di campo e nelle priorità. Deve proporla alla gente che non si sente più rappresentata, a tutti coloro che sono delusi dalla progressiva trasformazione del Pd in una organizzazione di conquista del potere e difesa dei potenti e deve proporla insieme a tutte le forze,associazioni, movimenti, partiti che si battono contro questo potere e le disuguaglianze da esso favorite». Ed ancora: «Deve mettere all’ordine del giorno proposte incisive, radicali, credibili, nell’ambito di un programma discusso e condiviso e, così, affermare con forza e senza ambiguità la più volte ribadita esigenza di discontinuità con il metodo ed i contenuti del governo del Paese, della Regione Campania, della città di Salerno. Deve essere chiaro a tutti che Articolo 1 Mdp è all’opposizione rispetto a chi governa la città, la regione ed il paese. E non basta affermarlo nelle dichiarazioni e nei comunicati stampa: bisogna che lo confermino i comportamenti concreti, nelle istituzioni e tra la gente». Poi la richiesta: «La sezione “Berlinguer” vuole chiarezza nei programmi, nelle battaglie e nei comportamenti. La pretende per tutti coloro che hanno aderito al progetto originario di Articolo 1 Mdp e vogliono impegnarsi non più in giochi di potere ma di nuovo in battaglie civili e di democrazia. Per questo convocherà una Assemblea pubblica in cui si discuta del programma e delle scelte del movimento, chiamando a parteciparvi i coordinatori provinciali e nazionali, gli aderenti e tutti i cittadini che guardano con interesse ad una politica che non sia più fatta dall’alto e da presunti leader, ma dall’impegno delle persone». La festa di Mdp, intanto, dovrebbe sancire anche l’ingresso ufficiale di Antonio Bassolino che potrebbe essere, poi, candidato anche al Senato.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->