Il candidato a sindaco di Fdi è Antonello Manuel Rega

Scritto da , 5 dicembre 2018
image_pdfimage_print

di Red.Cro.

Mancano pochi mesi al voto a Sarno, Antonello Manuel Rega è il candidato sindaco di Fratelli d’Italia. Per lui anche la benedizione del senatore di Fdi, Antonio Iannone che ha rimarcato il ruolo di primo piano del partito per un nuovo percorso del centro destra a Sarno: «A Sarno è partito in modo determinato Antonello Manuel Rega anche se sta portando avanti un tavolo di confronto con le forze di centro-destra. Noi siamo convinti che per storia, cultura, tradizione, coerenza e preparazione personale Antonello sia la candidatura giusta per la città di Sarno» dichiara Iannone. «La mia candidatura a sindaco è una scelta del partito che io ho accettato perché mi sento un primo tra pari e non al di sopra di nessuno. Mi sento di far parte di un gruppo forte che è storicamente radicato sul territorio e che quindi credo che oggi possa dare le risposte che questa città pretende soprattutto dopo i 5 anni della gestione dei Giuseppe Canfora. Sono stati i 5 anni peggiori negli ultimi vent’anni -dichiara Antonello Manuel Rega-. Tutto questo ci porterà ovviamente a fare buone cose ad avere anche un riscontro della gente come abbiamo sempre avuto in quanto la città di Sarno è sempre stata di centro-destra e quindi adesso, con una rinnovazione e con nuovi progetti, sicuramente saremo in grado di conquistare i cittadini. La tanta voglia di fare ci porterà ad avere sicuramente riscontri e forse ci porterà anche una vittoria complessiva». Sulla coalizione Rega: «Ci sono grandi margini di aggregazione sul territorio di Sarno. C’è una dialettica estesa del centro-destra sarnese e si tende a riuscire ad aggregare sicuramente una ricchezza. Le formazioni politiche sul territorio in questi anni hanno lavorato e devono avere delle risposte dopo 5 anni fa di centro-sinistra per arrivare a una posizione unitaria che ha dovuto prendere un candidato che è stato l’ultimo vincente 20 anni prima. Credo che questo sia stato un fallimento per tutta quella che è stata la classe dirigente del Pd di 40 anni o di 50 anni, che non sono stati in grado di interpretare un rinnovamento e un cambiamento e sono andati a recuperare l’ultimo candidato sindaco che ha vinto solo per la frantumazione del centro-destra, non certamente perché sul territorio c’era stata una crescita del centro-sinistra -dichiara Rega-. Stiamo lavorando per un centro-destra unito. Diversamente saranno delle primarie ed alla fine sceglieremo o meglio, gli elettori sceglieranno quella che sarà stata la migliore posizione che si ritiene più funzionali alla città per poi andare uniti, comunque al ballottaggio. Il lavoro che si sta facendo è quello di cercare di evitare questa frantumazione in modo tale da trovare una condivisione quanto più ampia possibile -continua Rega-. I 10 anni di amministrazione Mancusi hanno lavorato alla proposta politica del centro-destra. Nel corso di questa Amministrazione di centro-sinistra, il centro-destra non ha mai fatto una opposizione unitaria, però si sono sviluppate delle novità all’interno del centro-destra e quindi sottolineerei che oggigiorno c’è una fascia giovanile tra i 20 e i 30 anni che sono il futuro di questa coalizione politica. Si tratta di nuova linfa al centro-destra» conclude Rega.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->