Il bicentenario dei carabinieri in memoria degli eroi deceduti

Scritto da , 9 giugno 2014

L’Arma dei carabinieri e i suoi duecento anni. Si è celebrata ieri presso il Comando Provinciale la cerimonia del bicentenario della fondazione dell’Arma dei carabinieri. Tante le personalità presenti all’importante evento, da quelle militari a quelle religiose ed inoltre hanno presenziato il prefetto, Gerarda Pantalone, ed il sindaco Vincenzo De Luca. Grande emozione nel corso della cerimonia, ha suscitato l’esecuzione dell’inno di Mameli ed il minuto di raccoglimento dedicato a tutti i carabinieri caduti in servizio, commemorati alla presenza delle famiglie. Il comandante provinciale Riccardo Piermarini ha sottolineato durante il suo intervento l’importanza riservata alla difesa dei valori fondanti della nazione, che ha procurato positivi apprezzamenti anche al di fuori dei confini italiani e di come tra l’Arma dei carabinieri ed il popolo italiano nel tempo si sia consolidato uno speciale sentimento di familiarità ed amicizia ma sempre con una particolare tutela alle fascie più deboli : ” Il Comando dei carabinieri è rimasto i riferimento fondante a contatto con il territorio”-dichiara Piermarini-” L’attenzione è sempre alta in tutti i settori , non vi è una priorità esclusiva , bisogna rivolgersi con attenzione ai fenomeni sul territorio, seguirli e contrastarli”. Gli avvenimenti in cui l’Arma dei carabinieri è stata sempre attiva: ” Nel corso delle memorabili vicende che hanno interessato la Guerra in Crimea, , La Bosnia, il Kosovo e i tragici eventi di Sarno, l’Arma ha operato sempre con grande forza ed abnegazione”_ha continuato il comandante Piermarini-” Un altro affettuoso ringraziamento per la solerte dedizione e sostegno espressi, va ai nostri cari, alle famiglie, perchè Salerno ha pagato, con i suoi caduti, un prezzo elevato. Particolarmente importanti le collaborazioni tra le stazioni del capoluogo e i diversi nuclei operativi della provincia , come la sezione Anticrimine, il Nucleo Operativo Ecologico, il Nucleo Antisofisticazione “. Nel corso della cerimonia ha avuto luogo la consegna di riconoscimenti ai carabinieri che si sono particolarmente distinti in servizio quali: il capitano Alessandro Cisternino, il luogotente Gianpio Minieri, il luogotente Giacomo Locascio, il luogotente Serafio Luigi Palumbo, il luogotente Massimo Santaniello, appuntato scelto Nicola Carmine Montone, il Maresciallo Piervittorio Carpentieri, l’appuntato Vincenzo D’Andrea, l’appuntato. scelto. Gesuè Saccà, l’appuntato Giovanni Napolitano e l’appuntato scelto Rocco Loria.

Consiglia