Il Tar: «Ci sono ragioni d’urgenza» Agosto: «Nostri dubbi, valuteremo»

Scritto da , 27 gennaio 2015
image_pdfimage_print

La deliberazione tempestiva per Vincenzo De Luca, poche ore dopo la presentazione del ricorso contro l’applicazione della legge Severino fatta dai legali, è stata presa dalla sezione di Salerno del Tar «considerato – si legge nel dispositivo – che si ravvisano nella fattispecie le ragioni di estrema urgenza che giustificano il provvedimento cautelare, inaudita altera parte». Per questo, con decreto monocratico numero 127, la giustizia amministrativa ha dato corso al reintegro del sindaco, accogliendo la domanda dei suoi avvocati, e fissando «per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 19 febbraio». Questa mattina, annuncia l’avvocato Oreste Agosto (che curerà la costituzione in giudizio dei parlamentari cinque stelle): «Prenderemo visone del ricorso di Vincenzo De Luca e soprattutto prepareremo la nostra costituzione in giudizio. E’ cosa grave – spiega l’avvocato Agosto – se il Tribunale amministrativo abbia accolto ad esempio l’incostituzionalità mossa dal ricorrente e abbia utilizzato questa motivazione per sospendere il provvedimento della Prefettura. Ma carte alla mano potremmo essere più precisi e capire anche l’urgenza che ha spinto il Tribunale a prendere questa decisione». (andpell)

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->