I tifosi caricano la Paganese: “Vinciamo”

Scritto da , 1 aprile 2015
image_pdfimage_print

PAGANI. La carica dei tifosi per spingere la Paganese verso una grande impresa. In occasione della rifinitura una cinquantina di supporters azzurrostellati hanno incitato la squadra durante la seduta e poi hanno avuto un colloquio al termine dell’allenamento con Sottil e i suoi uomini. Chiaro il messaggio. Per i tifosi questa è una gara che può valere, classifica a parte, l’intera stagione e in campo vogliono una squadra che dia tutto e se possibile anche di più. Sottil e i suoi hanno recepito il messaggio e oggi pomeriggio proveranno a fermare la corsa della capolista Salernitana, reduce da cinque successi consecutivi in trasferta. Ma il tecnico dovrà ancora una volta fare i conti con l’emergenza. Calamai e Baccolo sono stati inclusi dal tecnico nell’elenco dei venti comunicati, diramato ieri al termine della seduta di rifinitura. Ma la presenza dei due centrocampisti, al rientro dopo noie fisiche, è ancora in dubbio. C’è una scelta da fare: rischiarli o preservarli per le ultime cinque giornate di campionato. Tra i due ad avere maggiori possibilità di scendere in campo è Calamai. Anche perché al centro del terzetto mediano Sottil può contare su Bergamini che ha scontato il turno di squalifica. A completare il reparto ci sarà Malaccari che tornerà nel suo ruolo di interno sinistro. Se dovesse giocare Calamai, di conseguenza Vinci tornerebbe a giocare sulla destra in difesa. Altrimenti sarebbe costretto a giocare ancora da interno, con Tartaglia esterno difensivo. Sembra comunque questa l’ipotesi più probabile con Donida, Perna e Coulibaly, favorito su Moracci, tra i peggiori in campo a Benevento e candidato alla panchina, anche per logiche di turnover. In avanti Sottil potrebbe riproporre il tridente puro con Deli a destra, Russini a sinistra e Girardi perno centrale. Ma questo dipenderà anche dallo schieramento della Salernitana di Menichini. Deli, teoricamente, potrebbe anche partire tra le linee come avvenuto spesso in quest’ultima fase di stagione, un passio indietro rispetto a Giraqrdi e Russini in una sorta di 4-3-1-2. Decisioni che saranno prese dal tecnico in extremis e che Sottil è stato ben lungi dallo svelare in conferenza stampa. La gara è di quelle importanti, di quelle da non sbagliare. E Sottil e la sua squadra stanno preparando il match in ogni minimo dettaglio.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->