«I sindaci di Pagani e Nocera non voglio acquisire il mercato»

Scritto da , 8 luglio 2015

PAGANI/NOCERA. «Non possiamo più aspettare. Abbiamo bisogno di decollare». Il Cogmo lancia l’ennesimo allarme e chiede l’intervento della Regione Campania sul mercato ortofrutticolo di Pagani-Nocera. «Basta con le catene ai piedi –urla Domenico Tortora, presidente del consorzio dei commissionari, i commercianti che operano nel mercato- Siamo stufi di promesse fatto dal consiglio di amministrazione della struttura. I due Comuni di Nocera Inferiore e di Pagani non sono propensi ad acquisire il mercato, perché lo ritengono un fardello. I sindaci di questi Comuni devono capire che qui si dà lavoro per  2500 famiglie,  abbiamo 56 associati che producono un fatturato di 250 milioni di euro l’anno».
Per la Regione, e per i commissionari, è fondamentale l’acquisizione da parte dei due comuni della struttura mercatale per  garantire investimenti pubblici. Sull’intera vicenda acquisizione, a dire di Tortora, la Regione con De Luca vuole vederci chiaro.
Intanto, il sindaco di Pagani, Salvatore Bottone dichiara: «Nessuno scontro con Vincenzo Paolillo (presidente del consiglio di amministrazione della struttura mercatale, ndr), il Mercato ortofrutticolo è una priorità per il Comune di Pagani». L’intervento del primo cittadino arriva dopo le polemiche innescate dall’assenza del delegato paganese alla riunione del Cda che ha approvato il bilancio
«Da mesi non partecipo al CdA e all’assemblea in virtù di una posizone netta che ho assunto rispetto a quanto accaduto in assemblea – ha affermato Bottone – Non devo chiarire a nessun altro la posizione del Comune di Pagani. Sto lavorando insieme al sindaco di Nocera Inferiore per dare al Consorzio un assetto definitivo e per definire in tempi brevi l’acquisizione della proprietà del struttura».

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->