I dipendenti dei centri per l’impiego passano negli uffici regionali

Scritto da , 28 aprile 2018
image_pdfimage_print

Brigida Vicinanza

I dipendenti di 46 centri per l’impiego passeranno effettivamente negli uffici della Regione Campania. A deliberarlo è proprio la Giunta regionale guidata dal presidente Vincenzo De Luca, dopo una proposta dell’assessore al lavoro Sonia Palmieri. “La Giunta Regionale della Campania nella seduta di oggi (ieri per chi legge), su proposta dell’assessore alle Risorse umane e al Lavoro Sonia Palmeri, ha deliberato il passaggio dei circa 600 dipendenti dei 46 centri per l’impiego negli organici della Giunta regionale della Campania – si legge nella delibera regionale – Il passaggio, deciso nella legge di Bilancio dello Stato 2018, avverrà con risorse finanziarie trasferite in misura strutturale dal Governo centrale e mette ordine all’interno della materia dei servizi per il lavoro, riunendo finalmente le risorse umane delle province alla funzione di programmazione del mercato del lavoro sotto l’unica governance della Regione”. “Solo oggi si può programmare una strategia di reale rilancio, archiviando definitivamente ogni immagine distorta di questi servizi, chiamati ancora ex collocamento. Ci avviamo con questo provvedimento, che vede la Campania prima Regione ad attuare il trasferimento, verso una radicale trasformazione degli attuali centri per l’impiego – ha affermato proprio l’assessore Palmeri. Servirà un adeguato aggiornamento professionale, per rispondere alle richieste di un’utenza sempre più eterogenea, con misure indirizzate a giovani, a disoccupati, a studenti, a donne, a target disagiati, all’autoimprenditorialità, al supporto alle fasce deboli. Insomma i centri per l’impiego saranno sempre più protagonisti, in quanto territorialmente presenti in prossimità del cittadino, ma cambiando totalmente veste, rispondendo con una logica e strumenti innovativi alle esigenze dei cittadini, in totale rottura con il passato”. Questo provvedimento segue il Piano di rafforzamento triennale dei servizi pubblici per il lavoro della Regione Campania deliberato lo scorso mese, il tutto con l’obiettivo di creare una solida infrastruttura territoriale che favorisca un mercato del lavoro equo, efficiente ed inclusivo. Dunque, questa potrebbe rappresentare finalmente una svolta, se non la risoluzione ai problemi che i centri per l’impiego stanno vivendo quotidianamente, anche e soprattutto a Salerno.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->