I consiglieri Consolato e Caccamo prendono distanze dall’Amministrazione

Scritto da , 30 Dicembre 2018
image_pdfimage_print

di mm

“La partecipazione alle Commissioni consiliari è stata sempre inutile in quanto le stesse non sono mai un’articolazione del consiglio comunale e tantomeno lo sono oggi laddove i due terzi dei consiglieri di maggioranza sono detentori di deleghe specifiche e settoriali sottratte agli assessori”. Con un comunicato congiunto i consiglieri di Opposizione Consolato Caccamo del M5S e Agostino Abate di Agropoli prendono posizione e distanze dell’Amministrazione retta dal sindaco Adamo Coppola, sottolineando che con la pare avversa non vi è spazio per tentare un dialogo costruttivo “finalizzato alla crescita sociale ed economica della città”. Per poi proseguire rincarando la dose: “Questa maggioranza non merita alcuna collaborazione istituzionale nella fase di indirizzo costituzionale ma solo un costante e continuo controllo sulle attività svolte ed eseguite. Lo faremo informandone i cittadini”. Una nota diramata all’indomani dello svolgimento di una importante seduta consiliare nel corso della quale sono sati affrontati temi scottanti della vita pubblica locale. Ben cinque erano le interrogazioni presentate dalla Minoranza e concernenti argomenti tra i cui era anche quello delle presunte minacce dei Rom al sindaco. Ma quello di venerdì è stato anche il giorno della prima vola della Consigliera Gisella Botticchio che sostituisce la dimissionaria Pizza che ha lasciato il campo senza abbandonare la politica in aperto contrasto con il primo cittadino. La Botticchio si è dichiarata indipendente e, fin dalla sua prima uscita, ha dimostrato determinazione e carattere mostrandosi per nulla intimorita ma pronta a svolgere il proprio ruolo con la forza delle proprie idee.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->