I consigli per affrontare Caronte. Il nutrizionista Gianluca Francese: «Evitare cibi fritti e troppi dolci»

Scritto da , 19 luglio 2015
image_pdfimage_print

Caronte non dà tregua. E’ questo il fine settimana caldo tanto preannunciato nelle scorse settimane. Già perché la bolla d’aria bollente si è scagliata da ieri su tutta la penisola, provocando un rialzo delle temperature, fino ai 38-40 gradi. Nessuna regione esclusa, da Nord a Sud non sembra esserci zona d’ombra abbastanza fresca. Tra sabato e domenica ci sarà un lieve cedimento dell’alta pressione, che porterà qualche temporale sulle Alpi, ma per il fresco vero bisognerà aspettare fino a fine mese. Il rovente anticiclone che da 20 giorni ricopre l’Europa, ha fatto di Luglio il mese più bollente dell’anno e in questi giorni sta avendo maggiore impatto. Secondo le statistiche, era dal 2003 che non si pativa qui in Campania un caldo così asfissiante. Insomma l’afa sembra essere diventata l’incubo di piccole e grandi città. A quanti si chiedono quale possa essere il rimedio, i medici rispondono: «Idratarsi tanto ed evitare di esporsi nelle ore più calde». «È conveniente reintegrare i liquidi che si perdono con il sudore e bisogna farlo ingerendo molta frutta e verdura di stagione, che regolano le funzioni dell’organismo essendo cibi ricchi d’acqua» – è questo il consiglio dato dal medico nutrizionista, Gianluca Francese, che tra l’altro raccomanda di evitare l’ingestione di cibi ricchi di grassi o zuccheri, quali fritti e dolci. «Solo se si soffre di pressione bassa è utile ingerire zuccheri semplici e mangiare cibi salati». Uno dei cibi preferiti nella stagione calda? L’anguria!:“Reintegra acqua e sali minerali, azione antiossidante, regola la pressione sanguigna, riduce il colesterolo, e stimola la diuresi. Cresce il caldo e cresce la prevenzione insomma. Questi sono invece i rimedi proposti dalla Croce Rossa Italiana di Salerno, per proteggersi dal caldo in casa: “Schermare le finestre esposte al sole; mantenere la temperatura dell’aria condizionata tra 24 e 26 gradi; utilizzare ventilatori non dirigendoli sulla persona, facendo arieggiare gli ambienti soprattutto nelle ore fresche; fare spesso una doccia per rinfrescarsi”. Ma non finisce qua. Per chi nonostante questi rimedi abbia rischiato di avere dei mancamenti o malori causati dall’eccessivo caldo, il rimedio è questo: “distendersi in un luogo fresco e ventilato e bagnare con l’acqua il viso e il corpo”. Dunque si attendono temperature da record nel weekend, e brutte notizie anche per la prossima settimana, rese pubbliche dal meteo: “l’occhio infuocato di Caronte raggiungerà l’Italia nel weekend e si tratterrà fino alla prossima settimana”. Insomma “l’hot storm” sarà totale al Sud si supereranno i 41 gradi all’ombra! Numeri terrificanti, e giorni di fuoco ci attendono. “Bisognerà aspettare il 22/23 luglio- avvertono i metereologi- per godersi un po’ di aria fresca”. Maria Rainone

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->