I capi sartoriali su misura creati da Francesco Murano

Scritto da , 26 Maggio 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

9 look per una donna al centro delle geometrie e del mondo, è questo lo spirito della nuova collezione di Francesco Murano, il giovane stilista di Buccino, che realizza capi sartoriali su misura e su ordinazione tramite la pagina Instagram: @murano.francesco. I suoi lavori sono il risultato di una ricerca estetica partita proprio nei laboratori dell’Istituto Europeo di Design – IED Milano qualche anno fa. Istituto dove Francesco si diploma nel 2019 con la collezione Ossimoro Plastico che trionfa alla quinta edizione di Milano Moda Graduate, aggiudicandosi il Camera Nazionale della Moda Italiana Fashion Award. I suoi lavori puntando ancora sul contrasto e sul dialogo tra mondo classico e Rinascimento, e che dà vita oggi a una nuova collezione per l’autunno/inverno 2022. Murano presenta una donna perno geometrico del mondo, al quale si impone con una attitude forte e decisa: una donna in un certo senso “vitruviana”. Rimanendo così fedele alla sua ricerca e al suo stile, quello stesso che l’ha fatto notare da Zerina Akers, stylist di Beyoncé, che sceglie una delle calzature del giovane creativo per il videoclip del brano Spirit. Ed è stata proprio la po star a dare la consacrazione a Francesco, quando a gennaio 2020, appare al Roc Nation’s pre-Grammys brunch vestita con Ossimoro Dress, un abito della sua collezione di tesi. Tornando alla nuova collezione i 9 look (per un totale di 12 capi, più gli accessori) riprendono le forme statuarie e in movimento di ispirazione greca (già fulcro delle sue precedenti collezioni), ma riattualizzate in una nuova armonia: quella rinascimentale, geometrica, leonardesca. La figura femminile di Murano si mostra iscritta in un cerchio, forma che coesiste con altre geometrie e domina nell’armonia tra gli opposti: i drappeggi (e i movimenti che creano) partono e sono tenuti insieme da forme cir- colari; così come circolari sono gli accessori, che convivono tuttavia con forme quadrate o spiralizzate, di metallo e legno, a sottolineare ancora una volta il contrasto. È in definitiva una donna in movimento, proprio come in movimento e senza fine è il cerchio: lo esaltano le scelte stilistiche dello shooting, con riprese in grandangolo; così come le tinte spente e polverose, che ispi- rano tranquillità e sottolineano il senso materico, come nelle sculture classiche. Una matericità esaltata a sua volta dalla scelta dei tessuti (offerti dalla comasca Carnet): lana lanellata sensibile al tatto, un cotone che la richiama e un morbido jersey. “Con i 9 outfit di questa nuova collezione metto insieme due mondi diversi, cercando di armonizzarli attraverso la figura perfetta del cerchio e quella della donna, che va a fungere da congiunzione tra gli opposti. 9 outfit per un numero (3 x 3) che esplode al quadrato la perfezione cosmica, un numero che secondo diverse filosofie trova proprio nel cerchio la sua rappresentazione grafica e che per Pitagora si riproduce continuamente, sotto- lineando proprio il perpetuo movimento” – precisa Francesco Murano. “Con questo nuovo lavoro proseguo dunque, in chiave più razionale, la ricerca estetica legata al mondo greco, in quel contrasto tra classicismo e barocco che aveva già caratterizzato la mia collezione di tesi e poi quella pre- sentata a Who is On Next?, ispirandomi ora al Codice Atlantico di Leonardo ma in chiave femminile. La donna che rappresento ha un’attitude importante, è estroversa e si impone nella società: è al centro del mondo e delle geometrie, diversamente da quanto accadeva negli studi rinascimentali, sempre incentrati sulla figura maschile”.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->