I “canguri” all’assalto della Salernitana

Scritto da , 28 Maggio 2021
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO – Il fondo straniero interessato all’acquisizione del 100% delle quote azionarie della Salernitana proverrebbe dall’Australia. Secondo le prime indiscrezioni, si tratterebbe di una banca d’investimenti con un gruppo di servizi finanziari diversificati che nell’ultimo esercizio ha ottenuto un utile di ben tre miliardi di dollari. Il gruppo ha sede a Sidney ed è quotato in borsa: tra le acquisizioni più recenti c’è un parco tematico di divertimenti molto famoso, mentre nel nostro Paese è pronta ad entrare in alcune importantissime società di carattere nazionale nel campo dei servizi elettrici, internet e gas. Assieme al colosso australiano ci sarebbe, come interlocutore italiano, un facoltoso imprenditore capitolino. L’offerta per l’acquisto dell’intero pacchetto azionario della Salernitana sarebbe partito già la scorsa settimana ma Claudio Lotito l’avrebbe, per il momento, declinata. Nei piani del co-patron, infatti, c’è l’intenzione, laddove fosse possibile, di restare nell’orbita Salernitana cedendo soltanto il 51% delle quote azionarie del club e lasciando con il restante 49% il cognato e socio Marco Mezzaroma. In tal senso ci sono stati, nei giorni scorsi, diversi abboccamenti con imprenditori amici di Lotito senza però riuscire a venire a capo della situazione. Anche perchè a pendere sulla testa del presidente della Lazio c’è la spada di Damocle della Figc che nell’ultimo Consiglio Federale e nel successivo comunicato ufficiale ha riaffermato il principio secondo il quale Lotito e Mezzaroma non potranno avere situazioni di controllo nè diretto nè indiretto sulla Salernitana. Intanto il tempo trascorre velocemente ed in seno alla tifoseria granata cresce la preoccupazione e l’insofferenza per una vicenda che sta togliendo parte del gusto ai festeggiamenti per la splendida promozione della Salernitana in serie A. Senza dimenticare che c’è una squadra da allestirte per il torneo di massima serie e tutto resta ancora in alto mare sia sul fronte interno che sui possibili obiettivi da ingaggiare già indicati da Fabrizio Castori. Ad ogni modo Lotito, dopo l’ennesimo consulto con il proprio pool di legali, riesaminerà l’offerta del fondo d’investimenti australiano con quest’ultimo che potrebbe alzare la posta per cercare di mettere le mani, una volta per tutte, sulla Salernitana.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->