I box sotto san Pietro in Camerellis fanno gola a tutti: c’è anche la Salerno Garages

Scritto da , 24 agosto 2013

I box interrati nella zona della chiesa san Pietro in Camerellis non fanno gola soltanto alla Rainone Real Estate. Nonostante a promuovere il progetto che comprende anche la trasformazione dello storico palazzone giallo della Poste centrali in un residence di lusso, con annessi garage pertinenziali, sia stato presentato proprio dal gruppo imprenditoriale di Nocera, per l’assegnazione dell’area per la realizzazione dei box si dovrà procedere all’espletamento di una gara ad evidenza pubblica in scadenza il prossimo 23 settembre. All’asta parteciperà anche la cooperativa Salerno Garages che ha cominciato a tappezzare la zona di corso Garibaldi, quella appunto tra la chiesa di san Pietro in Camerellis e via Cilento, con volantini informativi che comunicano costi e modalità per ottenere un box interrato in corso Garibaldi. Per intenderci, la Salerno Garages è la stessa società che ha costruito i parcheggi interrati in quella che una volta era piazza Malta e in via Buongiorno.
E nella sua comunicazione, il presidente Gennaro Ascolese, spiega che se l’interessato non è «già uno dei circa mille soci della cooperativa – si legge nel volantino – potrà iscriversi usufruendo dell’esclusivo vantaggio di acquisire il box al solo costo di costruzione e di avere la restituzione dell’Iva e del rimborso fiscale di quanto speso».
L’intento della cooperativa è quello di realizzare almeno 68 box auto di circa 20 metri quadrati e alti circa 2,40 metri e dotati di passo carrabile, scale ed ascensore, e che verranno assegnati ai soci della Salerno Garages unicamente secondo l’ordine di iscrizione. In perfetto stile “televendita” vengono anche spiegati i dettagli di quello che si offre: nel momento in cui la società dovesse riuscire ad accaparrarsi l’area saranno realizzati i box ad un costo di 66 mila euro ciascuno che, con deduzione di Iva e beneficio fiscale, diventano 33 mila euro. Per il pagamento non è previsto un mutuo ma un prestito bancario personale.
Insomma, la Salerno Garages ha messo in moto la macchina. Ora non resta che attendere la controffensiva di Rainone e degli altri pretendenti.

(man)

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->