Hotel Baia “sotto osservazione”

Scritto da , 10 marzo 2017

 

di Andrea Pellegrino

I lavori dell’Hotel Baia sarebbero sotto osservazione della magistratura e, quindi, dei carabinieri. E’ quanto emerge da una nota del Comune di Vietri sul Mare che risponde al “Comitato Vietrese per la difesa dei beni comuni” che da mesi s’interessa alla vicenda, soprattutto dopo le prime colate di cemento. «Nell’evidenziare – scrivono Gerardo Senatore e Katia Mascolini, rispettivamente tecnico Utc e responsabile area tecnica del Comune di Vietri sul Mare – che i lavori in atto, sono stati assentiti con permesso di costruire, si comunica che, come disposto dal tribunale di Salerno, periodicamente gli stessi vengono controllati dai carabinieri unitamente ai tecnici dell’Autorità di Bacino, ai tecnici comunali e ai carabinieri specializzati in materia di lavoro, in occasione di ogni sopralluogo il relativo verbale viene trasmesso al tribunale. Pertanto di comunica che ad oggi i lavori sono quelli previsti dal permesso di costruire numero 31/2013». Dunque i lavori sono stati autorizzati dal Comune di Vietri sul Mare ma delle carte nessuna traccia. O almeno, secondo ulteriori comunicazioni inviate sempre dagli uffici comunali, i membri del comitato vietrese per la difesa dei beni comuni, non hanno potuto accedere a nessuna documentazione. La motivazione? Si tratta di un intervento privato. Ma la curiosità è tanta, soprattutto all’indomani dell’avanzamento dei lavori e dalla pubblicazione delle prime fotografie dell’opera. Non più di qualche mese fa il primo cittadino di Vietri sul Mare, Francesco Benincasa tranquillizzò tutti: «Si tratta di un intervento di messa in sicurezza del costone». Ed, infatti, i lavori riguardano quel pezzo di costone che franò sulla piscina sottostante qualche anno fa. A conferma di ciò anche il permesso di costruire rilasciato per “interventi consolidamento e riqualificazione ambientale dei costoni sottostanti l’Hotel Baia”. I dubbi sono sui volumi che, con tanto di aperture laterali ed interne, lasciano presagire ben altro, oltre naturalmente al consolidamento della roccia. Ma a questo punto, occorrerà attendere la conclusione dei lavori, che – come dichiara il Comune di Vietri sul Mare – “sono seguiti dalle forze dell’ordine e dall’autorità giudiziaria”.

 

Consiglia