Guazzo resta in dubbio, adesso tocca a Foggia

Scritto da , 6 dicembre 2013

di Fabio Setta SALERNO. Quando il capocannoniere della squadra rischia di non scendere in campo, è logico affidarsi al maggior talento della squadra. Anche se magari fin qui non reso come ci aspettava. E’ questo il ragionamento che sta facendo in queste ore di vigilia il tecnico della Salernitana, Carlo Perrone. Guazzo anche ieri non ha svolto allenamento regolare e allora spazio senza dubbi a Pasquale Foggia. Il dieci, dopo l’espulsine di Catanzaro, è chiamato al riscatto. La sua voglia di segnare il primo gol, di essere finalmente protagonista e trascinatore di questa squadra, può davvero fare la differenza. Perrone è consapevole del valore tecnico del giocatore, ma sa anche che magari bisogna aspettarlo. Però il girone d’andata volge al termine e di Foggia si ricordano tre legni, un’occasione sprecata a Gubbio e il rosso del Ceravolo. In settimana Perrone ha parlato molto con Foggia e ora si aspetta una grande prova, quella che un giocatore dalle caratteristiche dell’ex Lazio può tranquillamente dare. Sperando che il terreno di gioco sia in condizioni almeno accettabili. Foggia giocherà in coppia con Ciro Ginestra, che ha vinto il ballottaggio con Mendicino. La sensazione è che, nonostante le assenze di Piva e Capua, Perrone voglia confermare il 4-4-2. Resta da vedere chi giocherà al posto di Capua. Mancini si è candidato per una maglia ma non è ancora al top della condizione. Potrebbe così tornare titolare Alessandro Volpe. Perrone apprezza le qualità del calciatore che forse più degli altri, per caratteristiche tecniche e di gioco, soffre il campo. Sul sintetico nel corso degli allenamenti, infatti, Volpe riesce a dare quella brillantezza che poi all’Arechi perde. Contro il Prato potrebbe avere un’altra occasione in coppia con Perpetuini. Sulle fasce Montervino e Ricci. In difesa giocherà Rizzi, al posto di Piva mentre potrebbe avere un’opportunità anche Chirieletti. Anche per preservare Luciani, diffidato, in vista di Perugia. Oggi la rifinitura, poi la conferenza stampa. Questa volta parlerà il vice di Perrone, Grilli. Da segnalare, infine, il flop prevendita. Sarà l’orario ma per il momento la febbre granata deve ancora iniziare a salire.

Consiglia