Gregucci: «Tramanderò i valori di Piermario Morosini»

Scritto da , 8 aprile 2014

ROMA. Grande soddisfazione ma anche commozione, ieri mattina in Campidoglio a Roma, nell’ambito del premio Gli Angeli dello Sport, per il tecnico della Salernitana Angelo Gregucci a cui è stato assegnato il premio “Etica dello Sport”intitolato a Piermario Morosini. La manifestazione è stata promossa dall’Associazione Fioravante Polito Onlus di Santa Maria di Castellabate, da anni impegnata nel progetto di divulgazione della proposta di legge sul passaporto ematico “Andrea Fortunato”. Rispetto al passato gli organizzatori, con l’obiettivo di sensibilizzare ulteriormente il mondo dello sport e della medicina, hanno inserito nuove categorie di premi in ricordo di personaggi scomparsi del mondo dello sport, del giornalismo e della medicina. “La trasformazione in legge della proposta legislativa sul passaporto ematico Andrea Fortunato resta il nostro obiettivo principale – commenta Davide Polito, presidente dell’Associazione che ha promosso l’evento -. Ecco perché abbiamo ritenuto opportuno coinvolgere i familiari di giornalisti, calciatori, dirigenti e medici che hanno perso prematuramente la vita per lottare insieme per un unico traguardo. Al nome di Andrea Fortunato abbiamo legato le precedenti manifestazioni ed a lui resta intitolato il riconoscimento più prestigioso”. Davvero commosso il tecnico della Salernitana Gregucci: “E’ motivo di grande orgoglio per me ricevere il primo premio dedicato a Piermario Morosini, un ragazzo formidabile dagli incredibili valori etici e morali” ha commentato Gregucci, allenatore di Morosini al Vicenza, che ha ricevuto il premio dalle mani di Vittorio Ravazzini, caro amico di Piermario. “Ricevere questo riconoscimento, che prescinde dallo sport, ha per me un significato molto importante: quello di tramandare e ricordare alle future generazioni chi era Piermario Morosini e i valori che trasmetteva. Glielo devo a questo straordinario ragazzo e alla sua famiglia”. L’assegnazione dei premi è stata preceduta da un incontro-dibattito moderato dal giornalista Carlo Paris. Subito dopo si è svolta la cerimonia di assegnazione dei premi che è stata condotta dal giornalista Roberto Guerriero. Tra i premiati anche il tecnico Roberto Donadoni (Premio Allenatore serie A Sergio Buso), il presidente della Lega di B Andrea Abodi (Premio Dirigente Riccardo Garrone), il direttore di Sky Sport Massimo Corcione (Premio Giornalismo Alberto D’Aguanno), Massimiliano Rosolino (Premio Categoria Cultura e sport Pietro Mennea), al calciatore del Sassuolo Francesco Acerbi (Premio categoria sport e prevenzione Flavio Falzetti), al capitano del Napoli Marek Hamsik (Premio Fair play Carmelo Imbriani). Il Premio Andrea Fortunato, infine, è stato assegnato al professore Pierpaolo Mariani, chirurgo ortopedico.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->