Gregucci respira: Ginestra e Bianchi ok

Scritto da , 27 febbraio 2014

SALERNO. In attesa del primo allenamento stagionale al campo “Volpe” che si terrà questo pomeriggio ed a porte chiuse (la tribuna è ancora inutilizzabile mentre le docce non sono funzionanti e la squadra dovrà farle all’Arechi), la Salernitana è tornata in città dopo il breve ritiro toscano ed ha svolto ieri al “Dirceu” di Eboli un intenso allenamento prevalentemente tattico ed utile a preparare nel migliore dei modi il derby in programma domenica prossima all’Arechi contro il Benevento. Dall’infermeria giungono buone notizie per Gregucci, con Chirieletti e Ginestra in gruppo ed apparsi in crescita di condizione (il “cobra” potrebbe essere convocato dopo quasi un mese di assenza, all’andata disputò un’ottima partita), Bianchi pienamente recuperato ed Esposito che ha svolto lavoro differenziato e corso a bordo campo per oltre mezz’ora sotto lo sguardo vigile del preparato atletico e dello staff medico. L’ex centrocampista del Verona, in campo l’ultima volta ad Ascoli ad inizio ottobre scorso, è apparso sovrappeso, ma motivatissimo e desideroso di mettersi a disposizione del tecnico entro una ventina di giorni e non è utopia prevedere un suo rientro per il match interno con il Catanzaro del 23 marzo. L’allenamento, come detto, è stato incentrato prevalentemente sulla tattica, con Gregucci che ha lavorato sui movimenti della difesa in fase di non possesso, sulla circolazione della palla (l’azione partiva sempre dal portiere che appoggiava al terzino, prima a destra e poi a sinistra) e sui calci piazzati, mettendo sotto torchio i centrocampisti centrali (riproposto il tandem Pestrin-Volpe, dall’altra parte c’erano Montervino e Perpetuini) e i due esterni bassi, con Scalise apparso in ottima forma, ma appiedato per un turno dal giudice sportivo. Luciani è in procinto di tornare in campo dal primo minuto, ma non è escluso che Gregucci possa optare per Montervino terzino destro, ruolo ricoperto in passato anche da Tuia,ma con risultati non eccellenti. In avanti si va verso la riconferma del trio Foggia-Mounard-Mancini (quest’ultimo in ballottaggio con Gustavo) e Mendicino unica punta. Gaetano Ferraiuolo

Consiglia