Grassi: “Salernitana, eccomi”

Scritto da , 8 maggio 2013

Luigi Grassi potrebbe essere il primo rinforzo  per la nuova Salernitana. Dopo la fantastica stagione nella quale, con i suoi  ventitré gol che ne fanno il capocannoniere dell’intera Lega Pro, ha trascinato  la matricola Pontedera alla storica promozione in Prima Divisione, Grassi ha  davanti a sé la grande opportunità di spiccare il volo, accasandosi in un grande club come la Salernitana. I vantaggi nell’ingaggiare il marcatore 
principe della Lega Pro ci sono tutti. Il calciatore, trentenne ed in scadenza  di contratto con la società toscana il prossimo 30 giugno, è tesserabile a  parametro zero ed ha un ingaggio accessibilissimo. Due particolari non di poco  conto che vengono apprezzati tantissimo da Lotito il quale, soprattutto alla Lazio, ha portato a termine tante operazioni di questo tipo. L’ingaggio di Grassi sarebbe un vero e proprio affare anche in considerazione delle qualità del calciatore e della sua duttilità tattica. La Salernitana gli ha già  strappato un mezzo sì. L’interessamento, come ammette il diretto interessato, è  nato già nella gara disputata lo scorso 17 marzo all’Arechi tra Salernitana e Pontedera: «Il mister Perrone dopo la gara mi ha avvicinato facendomi i complimenti. In quel match mi fece marcare ad uomo da Luciani -ricorda l’attaccante- e questo se da una parte mi mise in difficoltà dall’altra mi rese felice perché era il segnale che ero temuto e rispettato dal mister. Poi scambiammo alcune battute e non nascondo che la possibilità di approdare a Salerno è già arrivata al mio orecchio. Sarebbe davvero bello essere allenato da una persona come lui». Una possibilità che esalta Grassi: «Sarebbe un onore per me approdare in una grande piazza come Salerno. E’ sempre stato il mio sogno giocare in una squadra tanto blasonata. Sono in scadenza di contratto e non sarebbe difficile trovare un accordo». In quella occasione Grassi ebbe modo di scambiare qualche battuta anche con Ciro Ginestra. Con il Cobra ci fu anche un simpatico siparietto: «Gli dissi “Dai l’anno prossimo vengo qui e ti faccio fare tanti gol” -rivela Grassi che poi aggiunge- sarebbe davvero splendido giocare accanto ad attaccanti del calibro di Ciro e di Guazzo». Pur avendo realizzato tanti gol, Grassi è un calciatore in grado di ricoprire diversi ruoli: «A San Marino ho giocato anche da regista davanti alla difesa. Poi -spiega- mister Indiani mi ha ritagliato un ruolo da trequartista in grado di svariare su tutto il fronte d’attacco. Ho fatto tanti gol ma paradossalmente a me piace più far segnare». Una breccia nel cuore di Grassi l’ha aperta, manco a dirlo, anche la tifoseria granata: «Sarebbe bellissimo giocare sotto quella  curva. Da avversario -racconta il capocannoniere- mi caricò tantissimo. Posso soltanto immaginare se giocassi per loro e con il loro sostegno alle spalle che tipo di emozione potrei provare. Quasi tutti i giorni su internet mi informo sulla Salernitana -prosegue Grassi- e ho potuto ammirare le coreografie degli ultras. Davvero magnifiche, da brividi». Insomma non manca niente per celebrare questo matrimonio. Anzi, forse manca proprio l’essenziale: l’incontro tra le parti e la firma sul contratto. Di sicuro questo potrà avvenire soltanto a partire dai primi giorni di giugno, essendoci ancora gli impegni di Supercoppa di mezzo: «Io sono già in vacanza -sorride Grassi- anche perché domenica prossima non giocherò dal momento che sono squalificato. Spero che la situazione si sblocchi presto, anche perché sono in scadenza. Io però sono sereno -conclude il toscano- e resto in attesa di una chiamata». Il primo colpo di mercato è già in canna. Ora tocca a Lotito premere il grilletto…

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->