Grande commozione per l’ultimo saluto a Claudio Roscia

Scritto da , 12 ottobre 2014

SALERNO. Erano tanti, tantissimi nella chiesa di Santa Margherita a Pastena. Familiari, amici di una vita, i colleghi hanno salutato ieri mattina Claudio Roscia. Grande la commozione per l’addio ad un grandissimo personaggio dello sport salernitano. E c’erano oltre tanti colleghi giornalisti anche tanti ex calciatori della Salernitana e della Paganese come ad esempio Roberto Chiancone e poi Carmine Longo, accompagnato dalla sorella Eva. Ad aprire la messa funebre è stato Don Luigi Zoccola che nella sua introduzione toccante ha ricordato tanti episodi della vita di Claudio Roscia. Una vita spesa per lo sport. Amava lo sport Claudio, lo amava visceralmente, senza distinzioni, senza specificazioni. Aveva tante passioni ed un solo, grande, cruccio: l’assenza a Salerno di un palazzetto dello sport. Da giocatore di basket ha fatto grande la Fiamma Salerno, da direttore sportivo ha lavorato con Ragusa, Paganese e Salernitana. Poi da  Da opinionista televisivo si deve a lui con la trasmissione “speciale Calciomercato” lo sdoganamento delle trattative prima riservate solo ai quotidiani. Lascia un grande vuoto in chi lo ha conosciuto e in chi lo ha apprezzato, guardandolo in tv. E sul feretro non poteva mancare una sciarpa granata.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->