Gli artisti salernitani hanno brillato per la loro assenza

Scritto da , 31 Ottobre 2020
image_pdfimage_print

di Olga Chieffi

A Napoli ha sfilato un corteo funebre simbolico dove, in piazza del Gesù, centro storico della città, i lavoratori dello spettacolo si sono dati appuntamento per celebrare “la morte del nostro lavoro”, affiancati dall’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Eleonora de Majo e dai lavoratori della Whirpool, a Torino alle centinaia di musicisti e attori si sono uniti anche i lavoratori dei circhi e dei luna park; numerosissimi, cantanti, musicisti, attori, ballerini, maestranze di ogni tipo, che sono scesi in piazza a Milano davanti al teatro alla Scala per chiedere “diritti, dignità, reddito e cultura”.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->