Givova Scafati, Longobardi: “Ora riscattiamoci”

Scritto da , 27 ottobre 2016
givova-scafati-basket1-300x336

SCAFATI. E’ un periodo davvero no per la Givova Scafati. Seconda sconfitta consecutiva, la terza in quattro giornate, per il coach allenato da Zare Markovski, incappata in uno scivolone al PalaSojourner per mano della NPC Rieti. Gli scafatesi restano così fermi a due punti, al penultimo posto della classifica del girone ovest del campionato di serie A2, davanti alla sola Novipiù Casale Monferrato, ancora ferma al palo, con zero punti.  Una prestazione sottotono per gli uomini di coach Markovski, che, nonostante il solito Naimy e il buon contributo di Fantoni e Ammannato sotto le plance, non sono riusciti ad avere un rendimento costante per tutto l’arco della sfida, complice una gara quasi perfetta dei padroni di casa. Ogni tentativo di rimonta gialloblù si è infranto infatti contro il muro amarantoceleste nonostante i soli Ammannato e Naimy hanno predicato costantemente nel deserto. Non può essere pertanto soddisfatto patron Aniello Longobardi che di queste prime giornate di campionato preferisce non portare con se alcun ricordo bensì pensare a quello che dovrà venire e più precisamente il derby in programma domenica al “Palamangano” contro il Basket Agropoli: “Urge una reazione ma soprattutto un bel bagno di umiltà da parte nostra – sottolinea patron Longobardi – e questo sarà compito prettamente di coach Markovski che dovrà essere bravo in questi giorni a motivare i giocatori cercando di tirare fuori da ognuno di loro il massimo. Sicuramente dispiace per come è iniziato questo campionato ma da parte nostra c’è tutta la voglia di reagire e soprattutto di ripartire. Non veniamo da un buon momento ma credo, anzi ne sono certo, che domenica in occasione del derby contro il Basket Agropoli potremo iniziare un nuovo cammino. Una vittoria risulterebbe fondamentale per ricaricarci anche da un punto di vista psicologico perchè poi quando i risultati non arrivano è sempre difficile andare avanti ed allenarsi con la giusta concentrazione”. Al Palamangano domenica ci sarà il pienone come annunciato dallo stesso Longobardi: “Noi come Givova Scafati abbiamo inviato duecentocinquanta biglietti ad Agropoli e sono già stati tutti venditi, segno questo che domenica sugli spalti ci sarà il pubblico delle grandi occasioni”. Chiusura su Markovski e su un possibile allontanamento del coach in caso di ulteriore sconfitta: “Mi sento di escludere questo nella maniera più assoluta – conferma Longobardi – Markovski ha alle spalle una carriera immensa e noi abbiamo grande fiducia nelle sue qualità. Pertanto anche in caso di ulteriore passo falso continueremo ad andare avanti con lui”. Givova Scafati in rampa di lancio dunque ed in questi giorni sia coach Markovski che i giocatori tutti si alleneranno con il massimo impegno consci del fatto che non saranno ammessi più passi falsi. Troppo importante fare risultato con il Basket Agropoli che dal canto suo è un team particolarmente ostico e che riesce spesso e volentieri a mettere in difficoltà i propri avversari.

Consiglia