Giuseppe De Mita presenta “Popolari”, lista a sostegno del presidente De Luca

«Faremo liste non prevedibili, che raccolgano una carica di rinnovamento». Così Giuseppe De Mita, dirigente della lista Popolari presenta lo schieramento che si presenterà alle regionali in Campania a sostegno del presidente uscente Vincenzo De Luca. In lista ad Avellino, dove c’è il radicamento di Ciriaco De Mita, il capolista sarà Pino Rosato, medico ed ex manager dell’ospedale Moscati del capoluogo irpino. Con lui in lista anche Anna Nazzaro, vicesindaco di Atripalda. A Napoli tra i candidati il presidente della IX Municipalità Lorenzo Giannalavigna, l’avvocato ed ex portiere della Canottieri Napoli Paolo Trapanese, e la consigliere regionale uscente Maria Ricchiuti. A Salerno in lista anche l’assessore regionale uscente al turismo Corrado Matera. «Diamo vita – ha spiegato Giuseppe De Mita – a un movimento politico che rinnovi la presenza di un movimento popolaristico che è stato particolarmente significativo nell’esperienza politica della nostra regione. Non è un simbolo nostro, di proprietà, è un simbolo nel quale noi ci riconosciamo e che vuole simbolicamente richiamare l’attenzione di tutti quelli che a vario modo si riferiscono a questa esperienza politica e culturale, in un momento in cui il punto di fondo è il tentativo di ricostruire un rapporto, un legame tra le persone e le istituzioni». «Faremo campagna elettorale – ha spiegato De Mita junior – fuori dalle polemiche ma tutta volta a costruire relazioni, ponti e dialettica. Il potere puo’ essere un grande elemento distorsivo e disorientante se non calibrato all’interno di un quadro politico e in momento di totale sbandamento della societa’ la nostra idea è ridare voce al popolo ma attraverso la presenza delle forze politiche, perchè non esiste una voce del popolo affidato al singolo o alla tecnologia, la voce del popolo cresce coralmente all’interno delle comunità, e i partiti sono una delle comunità sulle quali vanno riorganizzate le nostre istituzioni». A marzo qualcuno rifiutò il nostro progetto suggerendoci di “andare con chi vince”, poi ci siamo svegliati nel post Covid scoprendo che quelli che non volevano costruire questo percorso perché De Luca avrebbe perso, ora corrono come singoli individui. La ritengo debolezza umana, d’altra parte pensano tutti di diventare consiglieri regionali ma dovremmo avere un Consiglio di 350 componenti». Ancora da definire la lista dei candidati: certa la presenza di Pino Rosato e del vicesindaco di Atripalda Anna Nazzaro nella circoscrizione di Avellino, del presidente della Nona Municipalità di Napoli Lorenzo Giannalavigna e dell’assessore regionale Corrado Matera nella circoscrizione di Napoli e di Giovanni Baldi a Salerno.