Giulia De Luca, da Nocera a Venezia

Scritto da , 3 Ottobre 2020
image_pdfimage_print

di Marika Esposito

Nocera Inferiore festeggia la sua piccola star. In un incontro pubblico svoltosi nel pomeriggio di giovedì presso palazzo di Città, il sindaco e gli assessori hanno voluto omaggiare Giulia De Luca. La piccola è, infatti, una delle protagoniste del film ‘Lacci’ che ha aperto la 77esima della mostra del Cinema di Venezia. Nel cast del film che sta ricevendo già molti consensi da parte di critica e pubblico, ci sono attori di spessore come Alba Rohrwacher, Luigi lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando e Giovanna Mezzogiorno. Il film, ambientato a Napoli, parla della storia di Aldo e Vanda. Dalla loro unione nascono due bambini Sandro e Anna. Con il passare del tempo Aldo si sente soffocare crede che il matrimonio lo abbia imprigionato limitando la sua libertà. Attratto da una giovane studentessa Aldo decide di seguire ciò che lo appassiona davvero: scappa a Roma abbandonando la sua famiglia, pur sapendo che quest’avventura non avrà futuro e che il suo posto è a casa con la sua famiglia. “Siamo felici di avere ragazze/ragazzi che portano nel mondo il nome di Nocera Inferiore; siamo orgogliosi!”, ha detto l’assessore alle politiche culturali, che ha sottolineato così l’importanza di valorizzare le capacità dei giovani. Il sindaco Manlio Torquato continua complimentandosi della bravura di Giulia. La piccola Giulia, che frequenta la prima media, ha raccontato dello scherzo, fattogli dall’insegnante del gruppo teatrale, che frequenta da qualche anno, Simona Torta, quando era arrivato il momento di comunicarle di essere riuscita a superare i provini… “Mia madre mi era venuta a prendere a danza e mi ha portato a teatro dove Simona mi aspettava. Con un lunghissimo gioco di parole mi fa inizialmente capire di non avercela fatta, ma dopo una lunghissima pausa e dopo aver perso tutte le speranza mi comunica l’esito positivo dei provini: dovevo interpretare Anna, la figlia di Aldo e Vanda. Recitare è una mia passione -continua Giuliama quando sono stata chiamata ho avuto paura: a teatro la maestra ci diceva cosa fare, avevamo storie diverse ma interpretavo, sempre, lo stesso personaggio; al cinema devi seguire un certo ordine, uno schema fisso e non ero sicura di riuscire ad imparare tutte le parti a memoria. Il film non era semplice”. Ma con l’aiuto della maestra, che le è stata accanto in quest’avventura la piccola star, è riuscita a superare le proprie paure. “Facendo danza avevo in programma, fino a qualche anno fa, di fare la ballerina ma incontrando attori e vivendo questa esperienza ho capito che a me piace davvero molto recitare” così la piccola Giulia ci parla del suo futuro. Simona Torta, l’insegnante di teatro di Giulia, ci tiene a sottolineare l’importanza di non essere sopraffatti dal successo. “Non viviamo ciò come se dovessimo superare un esame è come non premiare il percorso fatto: il teatro è un luogo di accoglienza dove ci si può conoscere meglio condividendo le emozioni e la dolcezza.” la maestra di Giulia consiglia alla piccola di restare impegnata a teatro e in tutte le cose che fa ma sopratutto si raccomanda di rimanere così com’è: una semplice e solare ragazzina.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->